medico

NAPOLI – “Il nostro SSN continua ad essere ostaggio delle disparità tra le regioni.

La Calabria, per esempio, è una delle ultime regioni per numero di somministrazioni di vaccino e ci sono tanti ultra ottantenni ancora in attesa di essere vaccinati; la sanità territoriale è inesistente, 18 ospedali sono stati chiusi, il privato spadroneggia. E proprio dalla Calabria arriva il grido di allarme di Gino Strada che, dopo aver seguito la gestione di un reparto Covid a Crotone, invita lo Stato ad intervenire”.

Lo dichiara la senatrice Mariolina Castellone portavoce del M5S a seguito delle vicende in Calabria.

La Castellone poi interviene anche sulla questione vaccini Lombardia.

“Per non parlare dei disastri organizzativi della Lombardia che non è nemmeno riuscita ad organizzare dei sistemi di prenotazione funzionanti.

Noi del M5S lo diciamo da tempo: non è possibile che durante un evento così drammatico come la pandemia, la gestione possa essere disomogenea. Ormai è un anno che si avanti cercando di arginare le disuguaglianze che continuano ad inficiare i piani del governo centrale.

A mio parere questo Paese non può più pagare il prezzo delle inefficienze regionali ed ha bisogno di ripartire anche facendo valere quella clausola di supremazia dello Stato verso le Regioni, a cui il presidente Mario Draghi ha fatto cenno in aula pochi giorni fa”.

Conclude la Castellone

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments