Collana2

NAPOLI – “Ho chiesto al presidente della Commissione Patrimonio, Franco Picarone, di convocare in Commissione i responsabili della Giano per capire quali sono le loro reali intenzioni per la gestione del Collana perché, dopo aver perso i soldi delle Universiadi, non possiamo rischiare di vedere l’impianto collinare cadere letteralmente a pezzi”.

Lo ha detto il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che insieme ai rappresentanti dei Verdi nel Consiglio della Municipalità Vomero Arenella, Rino Nasti, e nel Consigliere comunale Marco Gaudini, sta seguendo per il quale “è assurdo che, dopo aver avviato una lunga querelle giudiziaria per ottenere la gestione del Collana, ora ci si ritrova con un impianto abbandonato a se stesso perché la stessa Giano che ha portato avanti la disputa ora si rifiuta di prenderlo in possesso”.

“Vogliamo che i responsabili della Giano, che hanno aggiornato la composizione societaria dopo l’abbandono a sorpresa di Ciro Ferrara, vengano in Commissione a chiarire i motivi reali per cui si oppongono alla presa di possesso dell’impianto perché la storia delle modifiche apportate all’impianto non sembra reggere visto che l’Agenzia regionale per le Universiadi non ha fatto altro che avviare lavori di messa in sicurezza che, nei fatti, avrebbero dovuto fare proprio quelli della Giano” ha aggiunto Borrelli per il quale “per assurdo quei lavori hanno abbassato i costi che dovrà sostenere la Giano. Siamo molto preoccupati che attorno alla vicenda Collana sia in essere una mega operazione speculativa che ha impedito di ristrutturare l’impianto con i soldi delle Universiadi e lo possa trasformare in un nuovo monumento all’incapacità di gestire gli impianti sportivi, come accaduto con il Mario Argento”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments