CAMPOSANO – Il Consiglio di Stato, con sentenza della Terza Sezione (Presidente Marco Lipari), ha reinsediato il Sindaco di Camposano, Francesco Barbato e il Consiglio comunale disponendo contestualmente la surroga dei sei consiglieri dimissionari “laddove possibile”.

Il Consiglio di Stato ha annullato la sentenza del Tribunale amministrativo regionale della Campania, sede di Napoli, del 17 maggio scorso, che aveva disposto lo scioglimento dell’ assemblea e la nomina di un commissario straordinario. Il consiglio comunale di Camposano, eletto nel 2016, si era ridotto da 12 a 11 componenti per la decadenza di uno dei consiglieri, non surrogabile. Il 24 febbraio, si erano dimessi sei consiglieri, ed il giorno seguente il prefetto di Napoli aveva sospeso l’ assemblea, nominando un commissario e proponendo al Ministero degli Interni, lo scioglimento dell’ assemblea.

“Una sentenza importante che restituisce ai cittadini di Camposano un’amministrazione stabile, fondamentale soprattutto in un periodo di grave crisi legata all’emergenza pandemica. Riprendiamo – ha dichiarato il Sindaco Francesco Barbato – da dove abbiamo lasciato partendo dalla riqualificazione ambientale del territorio, dallo sviluppo economico e occupazionale (in particolare per i giovani) e per garantire il massimo efficientamento dei servizi pubblici in un’ottica di modernizzazione dell’azienda Comune sempre e solo al servizio dei cittadini. La sentenza – ha concluso Francesco Barbato – rafforza la mia convinzione che un amministratore pubblico debba rifarsi sempre allo stato di diritto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments