NAPOLI – “L’emergenza che stiamo vivendo in Italia e, di conseguenza, in Campania mette tutti noi di fronte alla necessità di adottare comportamenti responsabili per limitare il contagio da coronavirus ed evitare il collasso del sistema sanitario. Per questo motivo assieme al Forum regionale dei giovani, organismo insediato presso il Consiglio, abbiamo sentito il dovere di lanciare un appello a tutti i cittadini della Campania e in particolare alle giovani generazioni – dichiara la presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio -. In occasione di tragedie enormi come l’alluvione di Firenze e il terremoto dell’Irpinia tantissimi ragazzi e ragazze hanno fatto la loro parte impegnandosi in prima linea per spalare fango e macerie. Oggi l’impegno che viene richiesto è diverso: è quello di modificare per qualche settimana le abitudini di vita e restare quanto più possibile in casa. Sono certa saprete essere all’altezza della situazione, mettendo a disposizione della comunità le vostre risorse umane e intellettuali per affrontare al meglio la comune battaglia”, conclude D’Amelio.

“Stiamo vivendo ore decisive per evitare il propagarsi incontrollato del contagio da Covid-19 anche in Campania – aggiunge il presidente del Forum regionale dei Giovani Giuseppe Caruso -. Noi giovani abbiamo il dovere di fare la nostra parte per limitare la diffusione del virus con i nostri comportamenti. Restiamo a casa, evitiamo assembramenti, rispettiamo le ordinanze e le regole di igiene che tutte le autorità stanno diffondendo. Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per preservare il nostro futuro”, conclude.

“Alla luce dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del CoronaVirus, la Regione Campania deve e può fare uno sforzo in più per non lasciare sole le persone anziane e i pazienti con patologie croniche o immunodepressi”. Così i consiglieri regionali del Pd Gianluca Daniele e Giovanni Chianese, che hanno poco fa inviato una lettera al presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca e a tutti i direttori delle Asl, chiedendo un ulteriore supporto per tutti quei “pazienti per i quali è consigliabile restare nel proprio domicilio e che molto spesso non hanno soggetti a cui poter delegare per l’approvvigionamento di alimenti, di farmaci o presidi assistenziali di altro tipo”.

“Per tutelare queste persone più fragili – scrivono i due consiglieri democrat – è fondamentale attivare un servizio di assistenza a domicilio coinvolgendo i Comuni, il mondo del volontariato, Federfarma, le farmacie ospedaliere e i medici di Medicina Generale per garantire un servizio di consegna a domicilio di farmaci necessari a pazienti anziani e/o affetti da patologie croniche.

Si potrebbe attivare un numero verde al quale il cittadino può chiamare e richiedere assistenza per la consegna dei farmaci o altri elementi di prima necessità.

Pertanto – concludono Daniele e Chinese – la Giunta Regionale e il Consiglio dovrebbe impegnarsi con un provvedimento di urgenza per gli Over 65 e mettere in campo, oltre all’azione di informazione che già è in essere per tutti i cittadini, anche un’azione di accompagnamento ai nostri anziani magari sollecitando i Comuni ad attivarsi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments