ROSTAN

NAPOLI – “Oltre tremila aggressioni registrate quest’anno ai danni di operatori sanitari in servizio, senza contare le minacce e le intimidazioni non denunciate, e il Governo fa finta di niente. Nel decreto Sicurezza non vi è traccia di misure di prevenzione contro questo fenomeno in drammatico aumento in tutto il Paese.

La maggioranza respinge il nostro ordine del giorno per ottenere il riconoscimento della qualifica di pubblico ufficiale degli operatori sanitari in servizio, subordinando la difesa degli aggrediti alla necessità di avviare la procedura giudiziaria con istanza di parte e non automaticamente.

Accanto a questo avevamo previsto misure economiche per la videosorveglianza sulle autoambulanze e negli ambulatori privati. Niente da fare. Per il Governo prevenire le aggressioni a medici, infermieri e tecnici, non è una priorità.

L’unica proposta partorita dall’Esecutivo è la previsione del daspo per gli aggressori. Una misura assolutamente inutile che, peraltro, è anche a giusta ragione contestata dai medici che si troverebbero nella condizione di dover rifiutare le prestazioni sanitarie contravvenendo alla loro missione e a quanto previsto dalla nostra Costituzione.

Ancora una volta il pressapochismo di questo Governo prevale sulle esigenze dei lavoratori.

Insieme alle organizzazioni sindacali e alle associazioni di categoria ripresenteremo la proposta di legge in Aula e daremo battaglia per difendere l’incolumità di migliaia di operatori del settore che quotidianamente rischiano la propria vita per salvare quella degli altri”. Lo ha dichiarato la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, Michela Rostan.

I VERDI

“Adesso che il decreto sicurezza è stato approvato in via definitiva dal parlamento diventando legge – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli con il consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini e il conduttore radiofonico Gianni Simioli che negli ultimi anni hanno portato avanti una dura battaglia contro gli abusivi con la pagina fb “io odio i parcheggiatori abusivi”- bisogna subito mettere in pratica la norma che prevede la possibilità immediata dell’arresto dei parcheggiatori abusivi ad opera delle forze dell’ordine. Bisogna procedere a interventi strutturali per ripulire i territori di Napoli e provincia da migliaia di delinquenti che vessano i cittadini spesso con minacce o con la violenza.

Il primo esperimento si potrebbe fare per le partite del Napoli. Stasera è prevista Napoli Stella Rossa allo Stadio San Paolo.

I clan napoletani hanno mobilitato circa 150 persone prevalentemente affiliati e pregiudicati dividendosi il territorio occupando gli spazi dei cantieri e delle pompe di benzina. In queste ore molti residenti sono stati obbligati a spostare le proprie auto altrove per permettere agli abusivi di gestire le strisce blu, i marciapiedi e ogni spazio disponibile. L’incasso stimato per stasera calcolando una media di di 1500 euro di guadagno per ogni abusivo è di circa 200mila euro di incassi previsti per la serata. Chiediamo subito un segnale forte con l’organizzazione di mega retate per questo e i prossimi eventi sportivi di calcio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments