REGIONE

NAPOLI – “Dieta mediterranea, prodotti di qualità e sicuri, come i dop, igp, stg e bio a km 0 di cui la campana è ricca, cibi freschi e stagionali, riduzione del consumo di quelli contenenti conservanti; sostenibilità ambientale attraverso la lotta agli sprechi ed al consumo consapevole delle risorse alimentari e dell’acqua: sono questi gli aspetti più significativi che abbiamo inserito nel testo votato all’unanimità dall’aula. Siamo soddisfatti del lavoro svolto”.

Così in una nota la consigliera Loredana Raia è intervenuta sulla nuova Disciplina per l’orientamento al consumo dei prodotti di qualità per l’educazione alimentare nelle scuole.

“L’interesse principale è stato rivolto alla refezione scolastica: dobbiamo avere la massima attenzione per il cibo che arriva nelle scodelle dei bambini Campani. La sana alimentazione dei più piccoli rappresenta un primo importante livello di prevenzione contro l’insorgenza, in età adulta, di patologie metaboliche croniche e oncologiche”.

“Altro punto fondamentale della legge – ha spiegato la consigliera – è la collaborazione con le scuole. Campagne di informazione rivolte agli educatori, insegnanti, genitori e bambini per diffondere il messaggio e favorire l’interazione tra scuola, famiglia e territorio. Percorsi di educazione alimentare e consumo consapevole saranno oggetto di progetti mirati redatti dagli istituti scolastici. Abbiamo detto basta a quei prodotti che vengono messi in bella mostra nei distributori automatici e che sono tutt’altro che salutari per eccesso di grassi e zuccheri in essi contenuti. Continua l’impegno della Regione Campania a favore dei più piccoli, con una legge necessaria, che dovrà rappresentare una guida per tutti i servizi di refezione” ha concluso l’esponente Pd.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments