Un tweet sul profilo della Camera dei Deputati: #Catafalchi, versione #Quirinale2022 A #Montecitorio tutto è pronto: alle 15 si inizia a votare per il tredicesimo #PresidenteDellaRepubblica TWITTER CAMERA DEI DEPUTATI +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ +++NO SALES; NO ARCHIVE; EDITORIAL USE ONLY+++

ROMA – Il primo scrutinio per l’elezione del Capo dello Stato si terrà dalle 15 in poi senza intesa tra i partiti e con l’unica certezza, salvo sorprese, che nelle urne finiranno molte schede bianche.

Intanto, tra i partiti continuano i confronti e gli incontri.

Questa mattina, secondo quanto si è appreso, il premier Draghi si sarebbe visto con Matteo Salvini che nel primo pomeriggio dovrebbe avere un faccia a faccia con il segretario del Pd Enrico Letta.

Oggi il quorum dei 2/3 per far scattare l’elezione del presidente della Repubblica è di 672 voti (i 2/3 dei componenti del Parlamento in seduta integrato dai delegati delle regioni).

Il numero tiene conto della morte del deputato Vincenzo Fasano. Il successore di Fasano nel seggio a Montecitorio, cioè la forzista Rossella Sessa, verrà proclamato domani in Aula, dopo un passaggio in Giunta per le elezioni.

Il presidente della Camera, Roberto Fico, durante lo spoglio delle schede per l’elezione del Capo dello Stato leggerà solo il cognome del votato ove la scheda rechi solo tale indicazione ovvero quando, pur riportando altre notazioni, sia comunque univocamente individuabile il soggetto cui è attribuito il voto.

Leggerà nome e cognome soltanto nel caso in cui entrambi siano riportati nella scheda e la lettura del solo cognome non consenta l’univoca attribuzione del voto. Lo ha annunciato Roberto Fico all’Ufficio di presidenza congiunto. (ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments