NAPOLI – “Penso a una campagna elettorale molto lunga e fluida ancora, non siamo alla decisione finale.

Per ora ci sono 4-5 candidati in campo, vediamo quello che succede.

E’ lunga, sarà difficile, a 40 gradi, ci vuole un fisico bestiale. E non lo escludo che Manfredi possa confluire su Alessandra Clemente, mi sembra un risultato apprezzabile che può essere raggiunto in questi giorni”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris a margine della riapertura della Stazione Zoologica rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se fosse possibile una convergenza tra i due candidati in campo che rovesci l’ipotesi più volte prospettata di far confluire i voti di Clemente su Manfredi.

“Ho stima di Manfredi – ha aggiunto de Magistris – umana e istituzionale, i rapporti devono essere sempre corretti, poi vediamo se le strade della politica ci tengono separati o meno.

Per ora sono separati, io voglio dare un contributo costruttivo a tutti, se qualche candidato vuole avere informazioni precise magari si evita di dire delle inesattezze, i numeri sono numeri, non li puoi interpretare. Poi li puoi anche interpretare, ma bisogna cominciare a dare i numeri corretti”.

“Penso che adesso in questo momento – ha proseguito nella sua riflessione il primo cittadino – il campo è un po’ chiuso tra Maresca, Manfredi, Bassolino e Clemente. Ma mancano 4 mesi.

Secondo me D’Angelo non arriva fino alla fine, è una mia valutazione. E’ una campagna elettorale particolare perché si farà a 40 gradi, i 40 gradi possono annebbiare la vista ma anche illuminare in alcuni casi. Chi lo sa cosa accade da qua fino a settembre-ottobre. Auspico una bella campagna elettorale e la nota piacevole è che ci sono candidature di spessore. Questo è un fatto positivo secondo me. Poi ci sono gli antagonismi politici che è un’altra cosa. mi auguro una campagna elettorale sui contenuti. Io non scenderò a fare campagna elettorale da sindaco”. (ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments