Davide-Natale

NAPOLI – Un minuto di silenzio dell’Aula ha concluso la commemorazione dello studente di ingegneria deceduto ieria Fuorigrotta per la caduta di un albero.

Dopo l’intervento del presidente Fucito e del Sindaco de Magistris, si è deciso di terminare la seduta per consentire ad assessori e consiglieri di monitorare la situazione e verificare gli interventi necessari

Il Consiglio comunale, presieduto da Alessandro Fucito, si è riunito oggi in via Verdi alla presenza di 23 consiglieri. Subito dopo l’appello, il presidente ha comunicato l’intenzione del consigliere Moretto di costituire il gruppo consiliare Lega Napoli Salvini, cui seguiranno le dovute verifiche, e la designazione del consigliere Esposito a nuovo capogruppo del Partito Democratico.

Il presidente Fucito ha quindi invitato l’Aula a commemorare il giovane Davide Natale, scomparso ieri tragicamente a seguito della caduta di un albero, un giovane, ha detto, che poteva essere un figlio, nipote o fratello minore di ciascuno dei consiglieri o delle consigliere comunali di Napoli. Una tragedia grave di fronte alla quale va assicurata la delicatezza, il conforto e l’impegno civile che è richiesto in questi momenti.

È quindi intervenuto il Sindaco de Magistris per affermare che anche se quello che è accaduto meriterebbe una riflessione più ampia, ora è opportuno che l’Aula e l’Amministrazione si stringano intorno alla famiglia di Davide Natale per questa morte così drammatica e tragica.

Ieri pomeriggio si è avuta la conferma di cosa significa il cambiamento climatico, un vero terremoto atmosferico, con venti che hanno raggiunto i 130 chilometri orari e danni da bilancio di terremoto, con una persona deceduta, feriti, crolli, alberi sradicati, una situazione grave per quello che si vede e grave per quei danni che ancora non sono quantificabili.

Il Paese crolla e chi dovrebbe metterci in condizioni di prevedere non è in grado di fornire indicazioni tali da poter fare un’adeguata previsione. Si era detto che vi era una ordinaria criticità da allerta gialla ma quello che è accaduto ieri, almeno dal punto di vista empirico, superava di gran lunga l’allerta gialla. Un tema, questo, discusso con grande concretezza giorni fa dai sindaci col capo della Protezione civile nazionale, e ora si deve cogliere questa drammatica circostanza per la città e per il Paese per capire che occorre cambiare dal basso il modo di affrontare i cambiamenti climatici.

Per questo si deve utilizzare il dibattito nazionale dei prossimi giorni su questo tema per chiedere tutti uniti a chi governa che occorrono investimenti economici, umani e organizzativi per mettere il Paese in sicurezza, altrimenti potremo fare solo una difesa con le mani. Il Sindaco ha quindi detto di voler cogliere l’occasione per ringraziare tutto il personale comunale, delle Municipalità e delle società partecipate per la capacità, la voglia e la reazione che hanno espresso, esprimendo un ringraziamento particolare al presidente della commissione Ambiente che questa notte è stato impegnato in una serie di attività.

Credo, ha concluso, che questo sia il modo migliore non solo per rendere omaggio ad una vittima innocente, ma anche per sentire quel senso di appartenenza che di fronte a queste calamità lenisce il senso di impotenza. La reazione è stata forte, e mi auguro che nei prossimi giorni, visto che è in discussione una manovra economica importante da parte del Governo e del Parlamento, il Consiglio possa approvare un documento, perché senza risorse ai sindaci, da sud a nord, diventa quasi impossibile mettere in campo tutte le azioni necessarie, e quindi chiedere è un dovere morale, politico, istituzionale e giuridico.

L’augurio è che anche nella giornata di oggi, in cui si svolgeranno diverse rìunioni, si potrà contare sul sostegno di tutti, perché è anche bello vedere una reazione compatta da parte della città. Oggi l’inizio del Consiglio è dedicato ad un giovane che ha perso la vita in una giornata normale di studio, una tragedia inaccettabile su cui occorre riflettere stringendoci alla famiglia in maniera commossa e unita.

L’Aula, su invito del presidente Fucito, ha poi osservato un minuto di silenzio.
Fucito ha poi nuovamente dato la parola al Sindaco per la comunicazione sull’attribuzione delle deleghe di Giunta. Il primo cittadino ha onformato che ai consiglieri sarà distribuito il decreto sindacale con tutti i cambiamenti avvenuti, dando il benvenuto in Giunta e in Consiglio alle due nuove assessore, Monica Buonanno e Laura Marmorale.

Sull’ordine dei lavori il consigliere Rinaldi (Dema) ha chiesto che in considerazione della necessità di seguire l’iter complesso di queste ore drammatiche per la città si aggiornino i lavori del Consiglio, rinviando alla Conferenza dei capigruppo la decisione su una nuova data di riunione. Coppeto (Napoli in Comune a Sinistra) ha proposto di dare risposta immediata alle emergenze, mettendo assessori e consiglieri nelle condizioni di monitorare la situazione, sospendendo i lavori e convocando la Conferenza dei capigruppo per prendere decisioni e formare una delegazione del Consiglio per recarsi sui luoghi più colpiti e per dare risposta alla città.

Per Moretto (Prima Napoli) la perdita di Davide Natale accomuna tutto il Consiglio e la città, perciò occorre senza divisioni capire le cause e valutare come intervenire, individuando le deficienze che da soli non è possibile affrontare. Per rispetto alla famiglia è opportuno sospendere i lavori ed affrontare al più presto la problematica. Santoro (Misto – Fratelli d’Italia) ha definito la situazione drammatica ed eccezionale, comprendendo la richiesta di sospendere il consiglio e sostenendo la proposta di Coppeto di riunirsi in Conferenza dei capigruppo con la partecipazione degli assessori competenti a verde e protezione civile per essere operativi e dare un contributo.

Per Esposito (PD) è opportuno e necessario avere una conferenza con il vicesindaco e il titolare della delega al Verde per capire i rimedi e che cosa si può mettere in campo in questo momento drammatico per la città. Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha affermato che è giusto fermarsi e riunirsi in Conferenza con il Sindaco e l’assessora Clemente per decidere di protezione civile in città e sui rapporti con la protezione civile regionale e la situazione del verde.

Per Nonno (Misto-Fratelli d’Italia) piangiamo una giovane vita, ma abbiamo anche constatato all’interno della macchina comunale la presenza di persone straordinarie, dipendenti, operai e autoparco di Pianura che sono riusciti a liberare tutte le strade entro le 19.30, concordando con la proposta di sospensione. Langella (Agorà) ha comunicato che comunque il gruppo avrebbe abbandonato l’aula per mettersi a disposizione della Protezione civile.

I lavori del Consiglio sono stati quindi sospesi e il presidente Fucito ha comunicato che, a seguire, si sarebbe riunita la conferenza dei capigruppo con la partecipazione del vice sindaco Panini e dell’assessore Del Giudice, mentre l’assessora alla Protezione civile Clemente è stata chiamata in Prefettura per una riunione urgente.

All’unanimità il Consiglio ha quindi deciso la sospensione della seduta.

Nell’ora precedente, presieduto dal vice presidente Frezza, si era svolto il question time con risposta dell’Amministrazione al quesito del consigliere Moretto (Prima Napoli) sul degrado dell’area est di Napoli quartiere Gianturco, con risposta dell’assessore all’Ambiente Del Giudice.

La Conferenza dei capigruppo, presieduta da Alessandro Fucito, si è riunita, così come deciso al termine della seduta consiliare di questa mattina, con la partecipazione del vice sindaco Enrico Panini e dell’assessore all’Ambiente Raffaele Del Giudice

(l’assessora alla Protezione civile, Alessandra Clemente, non ha potuto partecipare perché impegnata in una riunione urgente in prefettura).
Al termine di un lungo confronto, improntato all’operatività e all’individuazione di percorsi condivisi tra Consiglio e Giunta, e tra le diverse sensibilità politiche all’interno del Consiglio stesso, il presidente Alessandro Fucito ha sintetizzato le conclusioni della riunione che ha innanzitutto rinnovato il cordoglio per la tragica morte del giovane Davide Natale.

La Conferenza auspica che si possa dar vita alla più ampia collaborazione istituzionale, a cominciare da quella con la Regione Campania, per fronteggiare l’emergenza e reperire le risorse necessarie per dar vita ad un piano straordinario di manutenzione e messa in sicurezza delle città; decisiva, in questo contesto, anche l’attivazione di tutti i confronti, anche a livello nazionale, perché nella legge di bilancio dello Stato siano messe a disposizione dei Comuni le risorse finanziarie necessarie e, in particolare, si venga incontro alle carenze di personale degli enti locali con un adeguato piano assunzionale. La Conferenza ha infine deciso di proporre all’approvazione del Consiglio comunale, nella prima seduta utile, un documento condiviso tra tutti i gruppi consiliari che raccolga in un unico testo le indicazioni operative e le politiche da attivare per fronteggiare la grave emergenza che ha colpito la nostra città ed il Paese nella sua interezza.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments