movimento-5-stelle-640

NAPOLI – Exploit in Campania del Movimento 5 Stelle!

Al Senato, Napoli U04 che comprende quasi tutto il capoluogo, vince Ada Lopreiato col 40,2%; sconfitti invece, Valeria Valente uscente del PD con il 25,4% e il capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio regione, Stefano Caldoro col 22,3%.
Un colpo di scena eclatante si è avuto con Luigi Di Maio, dove ormai, si afferma essere l’ex Ministro dell’ambiente, superato con oltre il 40% da Sergio Costa.
Mara Carfagna è arrivata quarta al 6,7% superata da Maria Rosaria Rossi che supera il 22.
Anche nella zona San Carlo a Napoli vince il M5s con Dario Carotenuto che sfiora il 45,5% superando di fran lunga Ferrandelli (Pd) 23,9% e Pecoraro (centrodestra) 20,2%. Qui era presente anche l’ex Sindaco Luigi De Magistris formatosi solo al 3,5%
A Giugliano invece, vince Antonio Caso con il 42,6%.
A Torre del Greco, è l’attore Gaetano Amato a vincere con il 34,3% e supera la consigliera regionale di Forza Italia, Annarita Patriarca fermatasi al 34%.
Il giornalista Sandro Ruotolo non riesce a essere eletto e, nemmeno il fratello di Giancarlo Siani, Paolo, riesce nell’ardua impresa.
Va male anche a Vincenzo Spadafora, candidato per Casoria con Impegno Civico di Di Maio che si ferma al 19%, vede invece la vittoria Pasqualino Penza con il 47,5%

Emma Bonino leader di +Europa ha vinto il derby romano con Calenda, ma ad aggiudicarsi il seggio sarà Livia Mennuni del centrodestra. 
A Salerno, bocciato anche il vice Presidente della giunta regionale, Fulvio Bonaviticola, dove si afferma Gianfranco Rotondi.
Una nota negativa è stato dato dal forte astensionismo avvenuto nella città partenopea. Solo il 49,74% è andato alle urne a differenza del 60,52%. La Campania è terzultima per votanti, davanti: Calabria e Sardegna.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments