NAPOLI – “Abbiamo ribadito al sindaco Manfredi che queste sono ore decisive per il futuro dello stabilimento Whirlpool di Napoli. Avere una cerniera istituzionale per risolvere questa vertenza è importante. Manfredi, per il ruolo che ha ricoperto da ministro e per il ruolo che ricopre di sindaco di Napoli, deve pressare il Governo affinchè si arrivi ad una soluzione che preveda la continuità e la presa in carico di tutti i lavoratori e le lavoratrici dello stabilimento di via Argine, che non possono essere lasciati soli, e velocizzi questo progetto di un hub della mobilità sostenibile”.

Così il segretario generale Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci, a margine dell’incontro con il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, che questa mattina ha ricevuto a Palazzo San Giacomo una delegazione di lavoratori della Whirlpool e delle organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil e di Fim, Fiom e Uilm Napoli. “Vorremmo sapere, – ha detto il segretario generale Cgil Napoli e Campania – al di là dei tempi che vanno allungati affinchè questo progetto veda la luce, anche la qualità del mondo imprenditoriale che ha costituito questo consorzio, accettando la sfida di modernità e continuità in una città importante come Napoli. Manfredi – ha sostenuto Ricci – dovrà far pesare sul Governo la sua autorevolezza e, soprattutto, la sua esperienza. Il nostro obiettivo è traghettare i lavoratori e le lavoratrici di Whirlpool verso un progetto imprenditore che abbia la stessa portata. Ed è questo – ha ricordato – che continua a preoccuparci: quelli che verranno saranno giorni cruciali per questa vertenza e non dobbiamo distogliere l’attenzione dalla lotta e dalla determinazione di portare a casa una soluzione. Lunedì – ha concluso – ci sarà il nuovo incontro con il Governo e il giorno dopo sarà qui a Napoli la vice ministra allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde. Una visita simbolica alla quale abbiamo chiesto che partecipi anche il sindaco Manfredi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments