20141126_enrico_panini_jpg

NAPOLI – La Giunta de Magistris ha approvato, su proposta dell’Assessore al Bilancio Enrico Panini, nell’ultima seduta di Giunta, il Bilancio Consolidato 2018, un importante documento che fotografa lo stato di salute del “sistema Comune”, cioè un insieme dei dati contabili del Comune di Napoli e delle 7 partecipate, di cui 4 in normale funzionamento (Asia spa, Napoli Servizi spa, Napoli Holding srl, ABC Azienda Speciale) e 3 in liquidazione (Terme di Agano Spa, Elpis Srl, Napoli Sociale Srl).

La ANM non rientra nel perimetro di consolidamento essendo in procedura concordataria

Il Bilancio Consolidato del 2018 presenta dei valori significativi in temini di consistenza patrimoniale che si attesta intorno ai 9 miliardi di euro, importo notevolmente superiore rispetto al totale dei debiti complessivi, pari a 4,8 miliardi, che da conferma della solidità del Comune di Napoli, cioè la capacità dell’Ente di far fronte a tutti i propri debiti con il proprio patrimonio.

Nel corso dell’esercizio 2018, inoltre, l’Ente ha provveduto ad adeguare il fondo rischi (che tiene conto delle eventuali passività future) al considerevole importo di circa € 660 milioni; un adeguamento che dimostra ancora una volta l’attenzione dell’amministrazione nella predisposizione di bilanci rispondenti ai canoni di trasparenza e veridicità.

“Questo documento” dichiara il Vicesindaco e l’Assessore al Bilancio, Enrico Panini, “è il risultato di un lavoro attento e puntuale con il quale rendicontiamo in modo trasparente alla città lo stato di salute del sistema pubblico del Comune di Napoli. Con il consolidato si mettono a disposizione informazioni utili a programmare, gestire e controllare con maggiore efficacia l’intero gruppo pubblico. Uno stato di salute che non desta preoccupazioni in quanto, dall’analisi emerge un’ottima patrimonializzazione dell’Ente, in grado di assolvere alle fondamentali funzioni pubbliche e di sopperire ai debiti contratti.

La fotografia dei dati esposti consente di avere un quadro complessivo per poter valutare le azioni da porre in essere al fine di un maggiore efficientamento e una contestuale riduzione degli sprechi per offrire più servizi di qualità ai cittadini napoletani.

Il documento approvato in Giunta, infine, risulta essere un passo importante per l’attuazione del piano assunzionale del Comune di Napoli, soggetto ad un apposito parere della Commissione centrale per la stabilità finanziaria degli enti locali”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments