mensa-scuola1

NAPOLI – Con la partecipazione dell’assessora Annamaria Palmieri e del dirigente del servizio Diritto all’istruzione Giovanni Paonessa, la commissioni Scuola, presieduta da Luigi Felaco, ha oggi fatto il punto sulla refezione scolastica. Nella riunione, anche un aggiornamento sull’edilizia scolastica.

L’assessora Palmieri ha innanzitutto fatto il punto su alcune scuole nelle quali si sono registrate difficoltà all’apertura dell’anno scolastico. L’edificio del plesso di vico Tiratoio della scuola Baracca nella Prima Municipalità dove sono state notate delle fessurazioni: sono in corso i controlli, mentre gli spazi interessati, e la scala sottostante, sono stati interdetti;

in attesa che si completi il monitoraggio, alcune classi saranno spostate nell’edificio di Santa Maria Apparente. Anche per l’edificio della scuola Marco Polo della Decima Municipalità sono in corso verifiche e, nel frattempo, ci sarà un accorpamento con la platea della scuola attigua, la Cappuccetto Rosso. Sono infine in corso lavori di manutenzione richiesti dalla Asl in alcuni edifici della Nona Municipalità.

L’assessora Palmieri ha infine ricordato che, sul tema edilizia scolastica in generale, sono in corso gli interventi programmati con i fondi del Patto per Napoli: dopo il protocollo stipulato con gli ordini professionali, si sono svolti tutti i sopralluoghi nelle scuole che devono rinnovare la certificazione antincendio; dopo i sopralluoghi dei Vigili del Fuoco potranno cominciare i lavori necessari.

Per le scuole che non hanno ancora la certificazione, si stanno bandendo le gare per i servizi tecnici che dovranno progettare i lavori necessari, la programmazione, in questo caso, è pluriennale sugli anni 2018, 2019, 2020. Sull’adeguamento antisismico, occorre precisare che le verifiche, per legge, vanno fatte in tutti gli edifici e si sta preparando il “capitolato-tipo” per l’affidamento delle perizie di vulnerabilità sismica. Propedeutici all’adeguamento sismico – il Comune, pur essendo in graduatoria, non è rientrato nel finanziamento della prima tranche per l’adeguamento sismico, ma continuerà a partecipare ai bandi nazionali – sono i lavori sulle guaine e sui solai ai quali l’amministrazione ha destinato 4,4 milioni di euro.

Per quanto riguarda la refezione scolastica, garantito l’avvio per il 1° ottobre grazie alla proroga del servizio alle ditte aggiudicatarie per l’anno scorso: Le Municipalità stanno intanto procedendo ad indire le gare per il nuovo anno. L’avvio concreto della refezione nelle singole scuole è legato alle richieste delle scuole stesse alle Municipalità di attivazione del servizio. Le innovazioni introdotte l’anno scorso, in particolare il pagamento “a pasto” della refezione, hanno consentito di eliminare sprechi e irregolarità, ha precisato l’assessora Palmieri.

La richiesta di usufruire della refezione scolastica – è importante precisarlo perché si verificano ancora casi di diffusione di false notizie – va fatta online nell’apposito portale.

Per gli utenti che hanno difficoltà, presso le Municipalità e le sedi di alcune associazioni (Quartieri Spagnoli, Orsa Maggiore, Maestri di strada e L’uomo e il Legno) è disponibile un servizio di aiuto alla compilazione del modulo online.

I bollettini, invece, saranno inviati presso le scuole, e potranno essere pagati secondo le modalità illustrate nel portale stesso.

Ad oggi, ha precisato Giovanni Paonessa, sono solo 12mila le richieste, a fronte di una platea di utenti, dell’anno scorso, di 28mila. Difficoltà sono forse connesse alla necessità di presentare l’ISEE nel caso si abbia diritto ad usufruire di sconti sulla tariffa del servizio, una difficoltà comunque superabile in quanto, in attesa che il Caf rilasci il documento, per iscriversi al servizio basta anche la sola richiesta con il numero di protocollo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments