NAPOLI (di Chiara Esposito) – “La musica mi ha fatto vivere benissimo e non smetterò mai di vivere di poesia, la politica la vivo ogni giorno nelle scuole, nelle carceri minorili, tra le associazioni. Ma per far si che la speranza non sia solo un’illusione tocca rimboccarsi le maniche e darsi da fare fuori e dentro le istituzioni”: così il rapper Lucariello annuncia con un comunicato la sua candidatura alle parlamentari del Movimento 5 Stelle per le elezioni suppletive nel collegio Campania 07 al Senato.

A spingere Luca Caiazzo, vero nome dell’artista noto soprattutto per la canzone “‘Nuje vulimme ‘na speranza’” diventata sigla della serie tv Gomorra, a lasciare il campo della musica per avvicendarsi in quello della politica sembrerebbe essere proprio la volontà di “difendere la nostra terra, per rappresentare questo collegio che si articola in quelle periferie dove sono nato e cresciuto, dove il voto di scambio per pochi soldi è diffusissimo e dove sarà indispensabile lottare per non lasciare alla Lega un altro pezzo delle nostre vite”.

È lo stesso rapper a spiegare il suo programma su Facebook: “Ho scelto di accettare la sfida perché credo nella libertà e nella dignità di ogni essere umano. Perché, da uomo libero, ho vissuto sulla mia pelle la difficoltà di questa terra difficile, che spesso annienta le speranze. Perché conosco il disagio sociale, figlio di un territorio spesso ostile, ma allo stesso tempo pieno di talento. Ho visto troppi ragazzi pieni di idee e capacità fuggire via all’estero, alla ricerca di un nuovo orizzonte di vita. Un’emorragia di talenti che va frenata. Troppi giovani rinunciano ai propri sogni e diventano preda dell’universo criminale: molti di loro li ho conosciuti grazie alla mia musica, attraverso i laboratori che ho realizzato nei carceri, come quello minorile di Airola. Un’esperienza dalla forza dirompente, intensa, che ha acuito il mio impegno civile spingendomi a decidere di scendere in campo, di diventare promotore del cambiamento, del rinnovamento, con forza e profondo senso di missione”.

Un impegno che dalla poesia delle sue parole arriva alla concretezza delle sue azioni volte a far si che non solo la città di Napoli ma tutto il sud Italia diventino “una nuova leva nello sviluppo economico e sociale di questo Paese”.

Gli iscritti abilitati e residenti in Campania potranno selezionare il proprio nome preferito dalla piattaforma Rousseau e votare fino alle 19 di oggi. Il prescelto potrà essere votato nelle elezioni in programma il prossimo 23 febbraio.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami