aldo_moro2

SAN GIORGIO A CREMANO- Per la prima volta l’aula consiliare del municipio sangiorgese avrà un nome e sarà intitolata ad Aldo Moro, proprio nel 40esimo anno della sua morte. La cerimonia si svolgerà presso la sede comunale, in piazza Vittorio Emanuele II, mercoledì 23 maggio alle ore 17.30, alla presenza del sindaco Giorgio Zinno, del Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Giordano autore della proposta poi condivisa con i consiglieri comunali, delle cariche istituzionali locali e degli studenti delle scuole superiori.  

 

L’evento è aperto a tutta la città e vede inoltre la partecipazione straordinaria dell’On. Gero Grassi, già vicepresidente della Commissione d’Inchiesta alla Camera sul caso Moro. Grassi esporrà i risultati di oltre due anni di indagini sul rapimento e sull’omicidio di uno dei padri costituenti, ripercorrendo le tappe principali dell’evento che scosse l’Italia e le ultime rivelazioni sulla sua morte.

Durante la cerimonia gli alunni del Liceo Scientifico Carlo Urbani leggeranno alcuni brani tratti dalle ultime, commoventi, lettere scritte dallo statista. Per volere del Primo Cittadino sarà uno degli studenti a scoprire la targa, atto finale del percorso educativo- culturale che l’amministrazione ha svolto con le scuole superiori durante il corso dell’anno.    

“La scelta di dedicare il luogo dove si riunisce l’assise comunale al presidente Moro, in questo particolare momento storico, rappresenta un gesto simbolico di alto valore morale e sociale riconoscendo in uno dei nostri padri costituenti la figura universale di martire – spiega il sindaco Giorgio Zinno. Il suo nome ha messo d’accordo tutti perchè grazie a lui si percepisce ancora, a distanza di 40 anni, l’esigenza di ripartire da quei valori per la costruzione di una società più inclusiva, basata sulla corresponsabilità dei cittadini e delle forze politiche”.

“Aldo Moro è non solo esempio di democrazia – continuaGiuseppe Giordano – ma colui che fu capace di  unire le diverse anime della politica. Tra i suoi principi vi sono il pluralismo sociale e l’ inclusione. San Giorgio a Cremano è una città in cui questi valori vengono affermati sia nell’attività amministrativa che nell’ambito sociale, per questo abbiamo ritenuto che fosse la personalità politica ideale, a cui intitolare l’aula consiliare”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments