Matteo torna nella Napoli “derenzizzata” (VIDEO)

0

NAPOLI – E’ venuto a Napoli per pubblicizzare il suo ultimo libro, Matteo Renzi.

Non avrà mantenuto la promessa di dimettersi dalla politica dopo la sconfitta del referendum costituzionale di 3 anni fa, ma almeno i suoi lettori sono stati accontentati.

Per il gradimento degli elettori, quanto meno i napoletani, bisognerà attendere i risultati delle prossime amministrative, competizione che vede il suo partito, Italia Viva, sostenere il candidato della coalizione di centro sinistra più i cinque stelle, Gaetano Manfredi.

Renzi è ritornato quindi nella città definita “derenzizzata” dal sindaco de Magistris e l’accoglienza non è stata delle più calorose.

Ad attendere all’esterno del teatro augusteo l’ex presidente del consiglio, i disoccupati storici della sigla 7 novembre.

Con una finta maradoniana però, Matteo Renzi è riuscito ad evitare l’incontro con i senza lavoro entrando da un ingresso secondario e uscendo alla chetichella dallo stesso, una volta terminata la presentazione del libro.

L’ex leader del partito di centro sinistra, nato sulle ceneri del partito comunista, ha preferito evitare l’incontro sul tema lavoro richiesto dai manifestanti, passando la palla alla fedelissima Maria elena Boschi che, a sua volta, ha preferito che fosse il napoletano Gennaro Migliore a confrontarsi con loro.

Ddl Zan, riforma della Giustizia, reddito di cittadinanza e una stoccata, dal sapore di rivincita verso il sindaco di Napoli già proiettato in Calabria, prima di rientrare a Roma dopo essere riuscito a evitare l’incontro con i disoccupati che lo attendevano all’uscita.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments