NAPOLI – Sopralluogo al mercato di Porta Nolana, questa mattina, per la Commissione Ambiente del Comune di Napoli che ha incontrato anche Gianfranco Iodice, direttore operativo di Asia, Massimo Lombardi, ufficio tecnico II municipalità, il consigliere municipale Luigi Petroli in rappresentanza della II Municipalità e il Comandante dell’Unità operativa San Lorenzo della Polizia municipale Alfredo Maraffino, per verificare lo stato dell’area che, prima e dopo il mercato, si trasforma in un suk abusivo con vendita di merce trovata nei rifiuti. Prioritaria la questione legalità, dal momento che gli abusivi mettono in vendita anche merce rubata e contraffatta rendendo peraltro la piazza una discarica a cielo aperto, così come la questione incolumità, visto che le strade circostanti Porta Nolana sono invase da siringhe.

“Registriamo un’attività costante della Polizia municipale e dell’Asia – spiega il presidente della Commissione Marco Gaudini – ma tutto questo impegno, al momento, non riesce a garantire ordine e cura di questa zona storica della città, a due passi dalla Stazione centrale e da Piazza Garibaldi, oggetto di un recente intervento di riqualificazione. Durante i frequenti interventi della Polizia municipale molti ambulanti abusivi, di origine sia italiana sia straniera, semplicemente si spostano lungo il corso Umberto, dove riprendono le loro attività illegali. Soprattutto durante la notte, al mattino presto e di domenica il mercato abusivo lascia dietro di sé una scia di cianfrusaglie e rifiuti, che ogni giorno vengono rimossi dall’Asia, per ripresentarsi dopo poche ore. Chiederemo pertanto alla Prefettura di convocare un Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sul tema perché vengano messe in campo risorse atte a vigilare sul ripristino della legalità di tutta l’area al fine anche di contrastare fortemente la presumibile penetrazione della camorra legata al clan Mazzarella nel tessuto commerciale della zona”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments