NAPOLI – Nella giornata del 22 giugno il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ha reso omaggio a due mesi dalla sua brutale uccisione alla memoria di Maurizio Cerrato nel luogo dove è stato assassinato a Torre Annunziata per essere accorso in difesa della figlia minacciata da un gruppo di uomini per un posto auto. Il consigliere ha depositato una pianta dedicata alla vittima di belve feroci capaci di ogni violenza pur di affermare il loro potere sul territorio. Dalle indagini per ora c’è stata poca collaborazione da parte dei testimoni. Alcuni negozianti avrebbero addirittura cancellato le immagini della videosorveglianza di quegli attimi di fatto ostacolando il lavoro degli investigatori.

“A che serve manifestare per Maurizio se poi non si aiuta a fare giustizia? Noi chiediamo che la vicenda non venga dimenticata e che i riflettori restino sempre accesi, chiediamo all’amministrazione di Torre Annunziata di tenere alta l’attenzione su questa vicenda, c’è bisogno di lanciare un forte messaggio a chi pensa che la vita umana non valga niente, a chi uccide per un posto auto pensando di rimanere impunito. Anche questi comportamenti alimentano la camorra. Mentre ai criminali, ai baby rapinatori e ai camorristi vengono dedicati murales e altarini e addirittura vengono realizzati “pellegrinaggi” mafiosi da altre regioni le vittime e gli eroi cadono quasi sempre nel dimenticatoio.”- le parole di Borrelli.

video: https://www.facebook.com/489369491216947/videos/514113716404077

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments