NAPOLI – Interesse, valorizzazione e sviluppo: sono le caratteristiche della visione che la politica deve rivolgere al Centro di Produzione Rai di Napoli. Ne sono convinti Gaetano Panico, segretario della UTL Ugl Napoli e Nicola Egidio, Segretario Spettacolo e Sport UTL Ugl Napoli. I sindacalisti hanno firmato una nota congiunta all’indomani della visita al centro di viale Marconi da parte del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.
“Durante la vista – scrivono Panico ed Egidio – il sindaco Manfredi ha manifestato particolare attenzione e interesse, nonché la volontà di valorizzarlo come è giusto che sia. Bene il Polo dell’audiovisivo nell’area occidentale di Napoli, ancor meglio con il coinvolgimento del Centro di Produzione Rai di viale Marconi, che la Ugl da sempre candida come polo per le produzioni targate Rai da realizzarsi dalla Campania in giù. Si ricorda – aggiungono Panico ed Egidio – che lo sesso vanta una rinomata tradizione per ciò che concerne fiction, film, sceneggiati e soap; sottolineando che salvaguardalo significa tutelare centinaia di posti di lavoro, l’indotto e tutto ciò che comporta. Nel 2023 – concludono Panico ed Egidio – il Centro di Produzione festeggerà i suoi primi sessant’anni ed altri sessata lo aspettano per il futuro. Tutelare la Rai significa tutelare il Servizio Pubblico, tanto utile per i cittadini”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments