NAPOLI – “I cittadini di piazza Mercato si mobilitano attraverso una petizione popolare promossa dal Comitato ‘Piazza Mercato Unesco’ per chiedere la ripresa dei lavori nel cantiere Unesco.

Noi siamo al loro fianco. Sono passati sette mesi dall’interruzione a causa del ritrovamento di un collettore fognario erroneamente segnalato nella pianta del sottosuolo.

Un inconveniente che può capitare ma che non giustifica sette mesi di fermo per motivi burocratici. Stiamo parlando di una delle piazze più importanti della nostra città. Vederla ridotta in queste condizioni è deprimente. I residenti e i commercianti stanno subendo danni importanti e non è giusto che debbano pagare colpe altrui.

Questa battaglia coinvolge tutti i napoletani, anche alcune suore stamattina sono venute al banchetto per sostenerla. Bisogna fare presto e bene”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che stamattina si è recato sul posto per sottoscrivere la petizione popolare.

“Il recupero della piazza in tempi rapidi deve diventare una priorità per tutte le amministrazioni pubbliche coinvolte – ha proseguito il consigliere Borrelli. A partire dalla Soprintendenza e dal Comune che devono accelerare superando tutti i contenziosi prima che sia troppo tardi.

Il cantiere è abbandonato, i furti di materiali sono all’ordine del giorno. Per non parlare delle difficilissime condizioni igienico sanitarie e l’invasione di topi in atto. Una vergogna che non può essere tollerata oltremodo”.

A piazza Mercato per partecipare alla raccolta #firme per sbloccare i #lavori

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Domenica 9 giugno 2019

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments