borrelli

NAPOLI – “Il fenomeno delle baby gang non riguarda solo Napoli e servono interventi immediati per evitare che la situazione degeneri ulteriormente e si arrivi a vere e proprie guerre tra bande come avviene nei Paesi dell’America latina e in altri Stati”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “il prossimo Parlamento dovrà prendere il meglio delle proposte che si stanno avanzando in questi giorni, coniugando repressione e prevenzione”.

“Maria Luisa Iavarone, la mamma di Arturo, ha avanzato un’ottima proposta mentre eravamo in diretta a Piazzapulita, pensando a una sorta di screening che individui i soggetti a rischio già da bambini per avviare poi percorsi di accompagnamento alla crescita” ha aggiunto Borrelli per il quale “è necessario prevedere l’allontanamento dalle famiglie quando ci si rende conto che non sanno dare altro che esempi negativi, costringendo i figli a vivere e crescere nell’illegalità”.

“Per sconfiggere le baby gang, poi, è necessario mettere da parte il buonismo e, quando si identificano gli autori di atti violenti, si deve procedere con la massima severità, abbassando anche l’età imputabile” ha concluso Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments