Lettieri-670x274

NAPOLI – “Paolo Borsellino diceva: ‘il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara e più affilata di un coltello’.

C’è bisogno di cambiamento, non si può continuare a far finta di niente.

Nella città che voglio c’è serenità, c’è voglia di sentirsi vivi, c’è senso di appartenenza e nessuno ha bisogno di emigrare.

Nella città che voglio ci sono opportunità per i giovani, c’è dignità per gli anziani e c’è assistenza per i disabili. 

La città che voglio è bella tutta, sono belli anche quei vicoli dove oggi nessuno ci entrerebbe mai. E sono belle tutte le Chiese rimaste chiuse per anni. 

Nella mia città c’è educazione e rispetto per gli altri. C’è integrazione. C’è scambio culturale. C’è armonia sociale.

Nella mia città non esiste la periferia. Nella mia città quelli del Vomero vanno a pranzo nel rione Sanità. E quelli del rione Sanità sono di casa al Vomero.

Nella mia città puoi fare tardi la sera in tutte le strade. E in tutte le strade ti senti al sicuro.

Nella mia città vai a lavoro con i mezzi pubblici, senza arrivare mai in ritardo.

Nella mia città i turisti vanno a mare a San Giovanni a Teduccio pranzano a Piazza Garibaldi, fanno una passeggiata al parco di Pianura e alla sera si godono Bagnoli.

Nella mia città gli alberghi sono pieni 365 giorni all’anno, e non solo nei giorni di festa.

Nella mia città i protagonisti sono i napoletani. Tutti i napoletani. 

Nella mia città siamo tutti sindaci perché tutti lavoriamo per un unico obiettivo: prenderci cura della NOSTRA città”.

Lo scrive, sulla sua pagina facebook, Gianni Lettieri, impreditore e candidato sindaco a Napoli.

“Campagna elettorale inquinata da meccanismi di voto poco chiari, è quanto emerge dal video pubblicato da Fanpage, è la conferma che l’attenzione ai seggi domenica 19 dovrà essere altissima”.E’ l’appello lanciato dall’ on. Fulvio  Martusciello.  “C’è chi cerca di condizionare le elezioni e questo è avvenuto, a giudicare dal video, soprattutto in alcuni seggi alla periferia di Napoli. Noto una strana coincidenza: nella maggioranza dei casi in questi seggi ha vinto la coalizione di De Magistris. Certo, può essere un caso. Ora tocca alle forze inquirenti fare chiarezza”.”Dopo la storia del presunto condizionamento del voto da parte del sindaco uscente ad un gruppo di vigili urbani, arriva un’altro brutto episodio che sporca l’immagine di Napoli, una vergogna”.

{youtube}rXOFPt23oxw{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments