MARIA

NAPOLI – “I requisiti per accedere al Sia sono drastici, restano fuori numerose famiglie che vivono in stato di povertà poichè per pochi centesimi le loro domande non possono essere accolte.

Il Governo deve porre in essere un’attività idonea a rendere attuabile ed efettiva questa misura”.Così Maria Caniglia, presidente della Commissione Welfare nel corso della seduta odierna che ha visto la partecipazione dell’assessore competente Roberta Gaeta.”In alcuni casi essendoci i requisiti richiesti ovvero la presenza di entrambi i genitori disoccupati e tre figli a carico non si raggiunge il punteggio per ottenere il beneficio. Inoltre non è detto che un figlio superata la maggiore età si renda autonomo con il lavoro, ragion per cui credo che sia  un limite dover avere figli necessariamente minorenni” – ha proseguito.”Affinchè queste risorse non vadano disperse è necessario ridefinire i criteri di accesso alla misura, in attesa mi impegnerò di concerto con l’assessore e i commissari in una campagna di informazione volta a raggiungere il maggior numero di utenti non ancora informati” – ha poi concluso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments