2

NAPOLI – “Le nuove inchieste sul cimitero di Poggioreale, nate dalle denunce dell’ex dirigente de Giacomo, confermano che c’è ancora molto da lavorare per riportare la legalità nei cimiteri napoletani e di certo non aiuta il comportamento di chi continua a fare scritture private per acquistare loculi e cappelle da delinquenti senza scrupoli che approfittano del dolore di chi ha perso un caro da poche ore”. Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, per i quali “sono ancora tanti gli imprenditori che, senza avere alcun titoli, approfittando del caos sulle proprietà, si impossessano di loculi e cappelli per ristrutturarli e poi rivenderli, com’è capitato con Montuori in una vicenda sulla quale molto probabilmente i giudici non potranno esprimersi per la morte dello stesso Montuori che potrebbe bloccare il processi in corso”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments