regione_campania

NAPOLI – “Ho parlato un anno fa di un piano per il lavoro che interessasse 200.000 giovani da immettere nella pubblica amministrazione, allora ci fu un po’ di distrazione, ma oggi il Governo prende in mano in qualche modo quella idea, la puntualizza e cerca di mandarla avanti.

Oggi abbiamo firmato con il sottosegretario Angelo Rughetti il protocollo d’intesa con il Ministero della Funzione Pubblica sulle assunzioni con concorsi regionali di 60.000 dipendenti pubblici nei prossimi anni, sostituendo coloro che andranno in pensione. Parte una prima ricognizione  su tutto il pubblico impiego che riguarda la Campania e vedremo quali sono i profili professionali di cui c’è bisogno, dopo si potranno avviare procedure di selezione su base regionale. Prima delle borse di studio ai giovani che decidono di impegnarsi nella pubblica amministrazione, poi la stabilizzazione.

Mi pare un grande progetto per ringiovanire la pubblica amministrazione, accrescere l’efficienza e dare una prospettiva di lavoro e non di assistenza ai giovani della Campania. L’idea di studiare il fabbisogno di figure professionali consente un passaggio selettivo: se va in pensione un usciere non è obbligatorio prendere un usciere, magari prendi un informatico. Sono pienamente soddisfatto e penso che possiamo aprire anche un dialogo con le Università per orientare gli studenti verso quelle figure più richieste dalle pubbliche amministrazioni”.

{youtube}tN4bXqJvqK0{/youtube}

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments