elezioni-politiche-2018-750x450

NAPOLI – Volge al termine la campagna elettorale per le politiche. A differenza del passato, quella per il voto del 4 marzo è stata una maratona scandita dall’assenza di tanti big della politica nazionale. Orfani di Silvio Berlusconi, che ha cancellato napoli dalle tour elettorale per motivi di salute, i candidati di Forza Italia hanno serrato i ranghi intorno alla figura di spicco, Mara Carfagna, che sembra aver preso le redini del partito in Campania e di Paolo Russo, coordinatore per la città Metropolitana di Napoli candidato alla Camera.

Spinti dal vento dei sondaggi i candidati di camera e senato del movimento cinque stelle, che tirano la volata a Luigi Di Maio. Ieri ha chiuso a Nola la sua campagna elettorale Francesco Urraro, candidato uninominale al Senato nel collegio di Portici. A Pozzuoli invece il M5S chiude la campagna elettorale a “La Vigna”. In pole position la candidatura di Maria Domenica Castellone. Scosso dal caso Sma sollevato dal quotidiano web Fanpage, che ha coinvolto Roberto De Luca, figlio del governatore e di riflesso anche il fratello Piero, candidato alla camera, il Partito Democratico prova a fare quadrato. Tra i candidati su cui ha puntato il Pd spiccano Giovanni Palladino, Andrea Cozzolino e Gioacchino Alfano. Chiuderà con un concertone in piazza Dante la sua campagna elettorale Potere al Popolo, che più che puntare al Governo cerca di superare la soglia di sbarramento al 3% per entrare in parlamento e scompaginare i giochi delle principali coalizioni. Secondo i sondaggisti, potrebbe sottrarre voti in particolare a Liberi e Uguali dell’ex presidente del senato Pietro Grasso e dei transfughi del PD, Massimo D’Alema e Pierluigi Bersani

VIDEO

 

https://www.youtube.com/watch?v=uKQh9YjUMYM

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments