PANNELLA_VERDI

NAPOLI – “Abbiamo deciso di aprire la presentazione dei candidati dei Verdi al Consiglio comunale e alle Municipalità ricordando Marco Pannella perché quel simbolo che riproponiamo dopo dieci anni al voto dei napoletani ci fu regalato proprio dal leader radicale con il quale poi abbiamo condiviso tante battaglie insieme, non ultima quella per il piano di evacuazione dei campi flegrei”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che questa mattina, insieme al portavoce regionale del Sole che ride, Vincenzo Peretti, al Kesté, ha presentato i candidati dei Verdi al Consiglio comunale di Napoli e ai Consigli di Municipalità, dicendo che “i Verdi tornano, dopo dieci anni, con il loro simbolo, alle elezioni comunali di Napoli e lo fanno per essere protagonisti, per dare una svolta ambientalista all’Amministrazione De Magistris, così come abbiamo fatto in Regione”.A guidare la lista al Consiglio comunale Augusto Lacala, ideatore e patròn di Bidonville e della Fiera del baratto e dell’usato, una candidatura che rispecchia l’impegno dei Verdi per la raccolta differenziata e il riuso dei materiali per la riduzione dei rifiuti.Dietro il capolista, tra gli altri, ci sono Stefano Buono, ex consigliere comunale e regionale dei Verdi, l’avvocato Teresa Palumbo, il presidente della Commissione cultura della Municipalità Vomero Arenella, Marco Gaudini, Patrizia Cipullo, tra i responsabili dell’associazione animalista Anemos, e Stefania Zenga, coportavoce cittadina dei Verdi. Dal mondo animalista anche la candidatura di Luigi Carrozzo.“Scorrendo gli altri nomi della lista, poi, ci sono candidati che rispecchiano la società napoletana, in tutti i suoi aspetti” hanno aggiunto Borrelli e Peretti evidenziando le candidature di Nicola Attolino, colonnello della Guardia di finanza, e di Salvatore Iodice, inventore di Riciclarte, protagonista, tra le altre cose, del restauro del murales di Maradona alla Sanità e di tante iniziative per il riscatto dei quartieri difficili di Napoli, dopo un percorso di rinascita successivo a un periodo difficile dove ha conosciuto il carcere”.Tanti anche i nomi dell’ambientalismo, dell’associazionismo e delle professioni, tra cui Danilo Bifulco di Greenpeace, Modestino Caso, medico e promotore dell’ambulatorio per i poveri nel centro storico di Napoli, l’avvocato Roberto Marino, l’imprenditore Roberto Fogliame, Marcello Miccù, medico del 118, Alfredo Carannante, docente universitario e a capo di un’associazione di archeogastronomi, e i rappresentanti dei commercianti, Gennaro Cardone, e dei parrucchieri, Vincenzo De Cicco.“A testimonianza della forza dei Verdi, siamo presenti, con le nostre liste, anche in tutte le Municipalità e abbiamo ottenuto anche la candidatura a Presidente della Municipalità Chiaia San Ferdinando dove la coalizione che sostiene il sindaco De Magistris ha deciso di candidare la nostra portavoce regionale, Benedetta Sciannimanica, laureata in giurisprudenza e, da sempre, impegnata nelle battaglie del Sole che ride” hanno aggiunto Borrelli e Peretti sottolineando che “anche tra i candidati ai Consigli delle Municipalità c’è il giusto mix tra politici, società civile, professionisti e rappresentanti delle associazioni ambientaliste”.Tra i vari candidati, Fabio Procaccini, responsabile provinciale della Lipu, candidato alla Municipalità Vomero Arenella, dove sarà impegnato anche Rino Nasti, ex assessore all’ambiente del Comune di Napoli. Alla Municipalità di Secondigliano e Scampia, invece, Michele Dalla Croce, da sempre impegnato per il riscatto dell’area Nord di Napoli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments