NAPOLI – Presieduta da Alessandro Fucito, la seduta odierna del Consiglio Comunale si è aperta alla presenza di 33 consiglieri. Prima dell’inizio dei lavori il Vicesindaco Raffaele Del Giudice ha svolto la commemorazione del medico napoletano Mario Petrella, scomparso lo scorso 10 dicembre.

L’Aula ha poi osservato un minuto di silenzio. Dopo alcuni interventi su questioni urgenti, sono state fatte comunicazioni dai consiglieri in merito all’appartenenza ai gruppi, in particolare l’adesione del consigliere Troncone al gruppo Misto e degli altri consiglieri del gruppo de Magistris Sindaco al gruppo Dema.Scomparso lo scorso 10 dicembre, Mario Petrella era uno psichiatra attivo e partecipe, fin dagli anni sessanta, del processo di emancipazione delle persone con problemi mentali, ha esordito il Vice Sindaco Del Giudice nella sua commemorazione che è avvenuta alla presenza della famiglia del dottor Petrella e di un folto gruppo di amici e collaboratori. Del Giudice ha proseguito ricordando di Petrella, esperto di tossicodipendenze, l’impegno senza alcun risparmio di energie per i deboli e i fragili, il ruolo di dirigente infaticabile, un riferimento per il servizio pubblico ma anche per il mondo sociale; è stato un uomo che si è messo in gioco ben oltre il proprio ruolo, restando sempre accanto agli operatori sociali impegnati nel welfare, mantenendo tuttavia una forte autonomia e indipendenza di pensiero, doti gli sono sempre state riconosciute. Ricordata anche la sua passione per la scrittura: era un narratore che faceva della semplicità, della chiarezza, e dell’ironia il tratto distintivo, sia nei romanzi autobiografici che nelle opere che sono state di riferimento per gli operatori sociali. La sua eredità, ha concluso il Vice Sindaco, va raccolta e ispirerà le giovani generazioni.Dopo che l’Aula ha osservato un minuto di silenzio, si sono svolti gli interventi per questioni urgenti ai sensi dell’art. 37 del regolamento del Consiglio Comunale. Sono intervenuti: Ciro Langella (Prima Napoli) per sollecitare provvedimenti più incisivi in considerazione della situazione di allerta per gli sforamenti (ben 35) per l’inquinamento atmosferico registrati nelle ultime settimane; Aniello Esposito (Partito Democratico) per denunciare ancora la situazione di Corso San Giovanni dove da anni c’è scarsa illuminazione, e sollecitare l’amministrazione comunale affinché risolva la questione, per esempio con l’acquisto degli impianti di proprietà di Enel Sole; Gaetano Troncone (De Magistris Sindaco) per ribadire forti perplessità sull’elenco dei beni immobili da dismettere, tra cui alcuni di pregio, sensibilmente sottostimati nel loro valore, segnalando che la progettata modifica del relativo regolamento potrebbe ancora di più aggravare la situazione, e chiedendo la revoca dell’incarico dell’attuale amministratore di Napoli Servizi sia per le stime effettuate sui beni da dismettere che per la gestione degli impianti pubblicitari; Nino Simeone (De Magistris Sindaco), a proposito della convenzione da sempre fatta dal Consorzio Unico Campania per abbonamenti a tariffe agevolate per alcune fasce deboli, convenzione che sta per scadere, si è augurato che venga rinnovata per il 2017 auspicando che si tratti di un ritardo connesso all’imminente approvazione del bilancio; Marco Nonno (Prima Napoli) sulla totale assenza di Polizia Municipale nell’area occidentale della città, in presenza di una situazione che nel week-end diventa insostenibile per l’alto numero di personale distaccato in altre aree della città; Federico Arienzo (Partito Democratico) per sollecitare un intervento sulla situazione degli operatori ANFAS, che hanno annunciato oggi una conferenza stampa sui crediti vantati dal Comune e non riscossi, con il rischio del non pagamento degli stipendi per oltre cento operatori, denunciando l’impossibilità di avere un dialogo in merito con il Sindaco. A nome degli assessori competenti, il presidente Fucito ha riferito che nella giornata di domani una delegazione ANFAS verrà ricevuta per affrontare il problema. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) è intervenuto per stigmatizzare l’assenza del Sindaco dall’Aula, segno di scarsa sensibilità istituzionale, e per richiamare l’attenzione su “Pizza Village” manifestazione per la quale il Comune aveva concesso l’esenzione dal Canone di Occupazione di Suolo Pubblico, chiedendo a tal fine una precisa rendicontazione degli introiti da parte degli organizzatori denunciando che sulla vicenda, al momento, mancano riscontri; Elena Coccia (Napoli in Comune a Sinistra) è infine intervenuta sulla recente sentenza della Corte Costituzionale che – in relazione alla modifica dell’articolo 81 della Costituzione, con l’introduzione dell’obbligo del pareggio di bilancio – ha sottolineato l’impostazione economicistica della modifica e riaffermato che tale obbligo non può pregiudicare i diritti previsti nella prima parte della Costituzione.Nel corso della seduta, alcuni interventi hanno manifestato cambiamenti nella composizione dei gruppi consiliari: il consigliere Gaetano Troncone ha comunicato il proprio passaggio dal gruppo De Magistris Sindaco al gruppo Misto; il consigliere Elpidio Capasso ha comunicato la propria confluenza, insieme ai consiglieri Bismuto, Sgambati, Simeone, Vernetti e Zimbaldi, nel Gruppo Dema.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments