NAPOLI – La commissione Giovani, presieduta da Claudio Cecere, ha discusso oggi con Alberto Corona dell’assessorato ai Giovani, dei bandi di prossima pubblicazione rivolti ai giovani. Discusso in particolare il bando “Restart” e “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici 2018”.

 

Nell’ambito degli ultimi due avvisi pubblici promossi dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani – ha spiegato in apertura Alberto Corona – Il Comune è riuscito a collocarsi utilmente nelle graduatorie, pur disponendo di esigue quote percentuali di cofinanziamento.
Tra questi il bando “ReStart” per la presentazione di proposte progettuali di innovazione sociale, prevenzione e contrasto al disagio giovanile per Città Metropolitane ed Enti di area vasta, rivolto a “Neet” (Not engaged in Education, Employmet or Training, indicando persone non impegnate nello studio, né nel lavoro e né nella formazione) dai 18 ai 25 anni per rafforzarne l’occupabilità, la progettualità e l’intraprendenza.
In questo ambito, il progetto del Comune di Napoli si è utilmente classificato in graduatoria per l’ammissione al finanziamento (al quarto posto dopo Milano, Reggio Calabria e Genova) con un piano di valorizzazione e promozione del verde nell’area Nord di Napoli e nel Parco dei Camaldoli. Il progetto, che è stato preceduto da un avviso pubblico comunale per l’individuazione dei partners, coinvolge il Comune di Napoli come capofila e, in partenariato, i Comuni di Quarto e Procida, la Città Metropolitana, il Cosvitec, l’Ente Parco Colline dei Camaldoli, la cooperativa l’ «Uomo e il Legno» e l’associazione «Agritettura 2.0», per un finanziamento nazionale di 190.000 euro ed uno locale di 48.000. L’attività principale che verrà svolta, ha spiegato Corona, riguarderà l’avvio di percorsi di formazione dei giovani richiedenti nelle professioni del verde, al fine di sviluppare forme di auto-imprenditorialità nel settore. E’ ora in corso la firma della convenzione con l’Anci ed entro 15 giorni le attività partiranno. Un progetto ambizioso, lo ha definito il presidente Cecere, sul quale è importante non sprecare risorse e avviare una riflessione sulla possibilità di destinare parte dei fondi stanziati per iniziative di promozione territoriale nelle aree rurali di Piscinola, Marianella, Chiaiano e Santa Croce. Un aspetto, quest’ultimo, per il quale anche i consiglieri intervenuti (Rosario Andreozzi, Laura Bismuto e Luigi Felaco di Dema e Federico Arienzo del Partito Democratico) hanno proposto a breve una riunione di confronto con tutti i soggetti coinvolti nel partenariato.
Illustrato inoltre l’importante bando “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici 2018”, che entro metà mese verrà pubblicato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e riguarda contributi a fondo perduto fino a 144.000 euro per la valorizzazione (50% del finanziamento) e l’avvio di attività (50 % del finanziamento) all’interno di beni pubblici. A tal fine il Comune, in attesa della pubblicazione del bando, ha già indetto l’avviso pubblico per l’acquisizione di richieste di disponibilità di beni pubblici, di beni demaniali ovvero patrimoniali, disponibili o non disponibili di proprietà del Comune di Napoli, ai fini della partecipazione al bando. Anche in questo caso, ha specificato Alberto Corona, il bando è rivolto ai giovani fino a 35 anni che, se ammessi, fruiranno del bene per due anni a titolo gratuito e successivamente a titolo oneroso.
Prossimi argomenti della commissione Giovani, ha concluso il presidente Cecere, l’approfondimento dei bandi “Resto al Sud” e “Giovani per il Sociale”, di prossima pubblicazione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments