NAPOLI – La commissione Scuola, presieduta da Luigi Felaco, ha approfondito con l’assessora all’Istruzione Annamaria Palmieri e con Rosanna Lizzi, Responsabile Unico del Procedimento per i fondi PAC, e Francesca Lombardi, funzionaria della Va Municipalità, i contenuti della delibera 340 del 27 giugno 2017, all’ordine dei lavori del Consiglio Comunale di domani, relativa ad una variazione del bilancio pluriennale per la realizzazione degli interventi programmati in alcuni asili nido del territorio Vomero – Arenella a valere sui fondi del secondo riparto del Piano di Azione e Coesione Infanzia.

Il presidente Felaco ha in apertura illustrato i principali contenuti della delibera all’ordine dei lavori della seduta di domani 18 Luglio che, attraverso una variazione di bilancio, consentirà di inserire nel previsionale 2018 le risorse stanziate dal Piano di Azione e Coesione Infanzia (II riparto) attribuite alla Va Municipalità, per una somma complessiva di 1.200.509,90 euro.
Nel merito della delibera il presidente Felaco e la consigliera Menna (Mov. 5 Stelle) hanno chiesto chiarimenti su alcuni aspetti, in particolare sulla programmazione e rimodulazione dei cronoprogrammi di spesa relativi alle due strutture oggetto del programma di Servizi di Cura all’Infanzia del territorio, e cioè i micro nidi “Il Cucciolo” e “Savy – Lopez” (quest’ultimo riprenderà l’attività non appena completati i lavori di adeguamento) e sull’attivazione di altri quattro micro nidi in affidamento a terzi mediante appalto di servizio.
L’assessora Palmieri ha spiegato le procedure che devono per legge accompagnare tutte le fasi di spesa dei fondi PAC, spesso fonte di slittamenti, che tuttavia – ha dichiarato – vedono il Comune tra le città virtuose nell’impiego dei fondi per l’infanzia. E’ necessario, ha aggiunto, che si aprano al più presto le iscrizioni per il nuovo anno scolastico presso “Il Cucciolo” e contestualmente si dia il via alla gara per garantire, con la terza tranche di finanziamenti, la continuità del servizio da Novembre 2017 a Giugno 2018 (il 31 ottobre scade la seconda tranche di finanziamento). Rosanna Lizzi ha confermato che a breve il bando per la terza tranche sarà disponibile e Francesca Lombardi, sull’attivazione dei quattro micro nidi in affidamento a terzi, ha spiegato le difficoltà che si registrano al momento nell’individuare asili nido accreditati secondo le normative regionali e della possibilità di una rimodulazione delle spese e del cronoprogramma qualora si producessero economie.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments