NAPOLI – Presieduta da Nino Simeone, la commissione Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità ha incontrato il responsabile dei Servizi Territoriali di ASIA Gianfranco Iodice e il dirigente del servizio Progettazione, Realizzazione e Manutenzione dei grandi assi viari, Edoardo Fusco, per discutere di alcune problematiche relative a Via Nuova Toscanella in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti della zona.

Per raggiungere il Vomero dal deposito di Via della Resistenza, ha spiegato in apertura il consigliere Cecere (Dema), i mezzi di raccolta Asia non percorrono più via Emilio Scaglione ma via Nuova Toscanella, creando una serie di disagi ai residenti della zona, in particolare forti vibrazioni degli immobili causate dall’alta velocità degli automezzi, a dispetto del limite di velocità di trenta chilometri orari. A questa situazione si aggiungono le condizioni del manto stradale, rifatto non più di cinque anni fa, che attualmente si presenta particolarmente dissestato per l’avvallamento di diversi chiusini al centro della carreggiata, un aspetto che rappresenta un pericolo per i veicoli in transito e suscita preoccupazioni per la tenuta della strada.

Nel merito è intervenuto l’ingegner Fusco del servizio Progettazione, Realizzazione e Manutenzione dei Grandi Assi Viari, spiegando che nella programmazione dei lavori per il triennio 2017 – 2019 erano stati previsti 800.000 euro per il rifacimento di Via Nuova Toscanella, per i quali tuttavia non era stata individuata la copertura finanziaria. La stessa somma verrà riprogrammata per il triennio 2018 – 2020 ma nelle more, trattandosi di una strada appartenente alla viabilità principale, è possibile interessare il SAT competente per eseguire, attraverso Napoli Servizi, un pronto intervento stradale per la messa in quota dei chiusini. Fusco ha comunque assicurato che verrà subito eseguito un sopralluogo per verificare le condizioni del manto stradale, ed eventualmente verrà allertata la Protezione Civile per mettere in sicurezza l’area. Dal punto di vista del comportamento dei conducenti degli automezzi ASIA, Gianfranco Iodice ha risposto che verranno subito sollecitati i conducenti dei mezzi per il rispetto dei limiti di velocità, e che sono state avanzate proposte per una diversa distribuzione delle macroaree di partenza degli operatori per evitare disagi di questo tipo, soprattutto nelle ore notturne.

Tra i consiglieri intervenuti, perplessità sono state espresse da Claudio Cecere e il presidente Simeone sulla capacità tecnica di Napoli Servizi di effettuare il lavoro di messa in quota dei chiusini; Ciro Langella (Dema) ha evidenziato che al momento si registra una situazione di pericolo e servono verifiche immediate per procedere con lavori di somma urgenza all’eliminazione dell’avvallamento dei chiusini; Aniello Esposito (Partito Democratico) ha sollecitato interventi immediati per scongiurare rischi di cedimento strutturale della strada, ricordando che analoghe problematiche si sono registrate in Via Volpicella, nella sesta Municipalità. Fulvio Frezza (Riformisti democratici con de Magistris) ha evidenziato l’importanza di procedere quanto prima al sopralluogo ed intervenire rapidamente, solo così si potrà adottare un ordine di servizio nei confronti dei conducenti ASIA per assicurare il rispetto dei limiti di velocità.

Nel corso della riunione sono emerse anche altre criticità relative alla manutenzione dell’asse viario cittadino. Oltre a Via Volpicella, per la quale l’ingegner Fusco ha dichiarato che stanno per partire lavori di recupero dei tratti ammalorati, il consigliere Esposito ha ricordato anche la difficile situazione di Via Galileo Ferraris e di Via Marina, ed il consigliere Frezza quella di Piazza Carlo III, lato Albergo dei Poveri, dove i lavori in corso rischiano la sospensione. Serve sempre più attenzione all’asse viario cittadino, ha concluso il presidente Simeone, e a breve verranno svolti sopralluoghi della commissione per la verifica delle criticità segnalate.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments