NAPOLI – Proseguono le audizioni della commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, sulle problematiche ambientali delle dieci Municipalità cittadine.

E’ stata la volta oggi della Va Municipalità (Vomero – Arenella).92 strade secondarie di competenza della Municipalità, una popolazione di 120.000 abitanti ed una presenza di alberi di alto fusto tra le più elevate in città. Queste le caratteristiche del territorio della Va Municipalità, del quale il Vicepresidente Antonio Iozzi ed il presidente della commissione Ambiente Giovanni Greco hanno illustrato oggi criticità ma anche risultati di successo.Un primo punto posto all’attenzione della commissione ha riguardato le conseguenze sulla viabilità di una recente rimodulazione, da parte di ASIA, dell’orario di svuotamento delle campane, posticipato dalle 4.00 alle 6.00 del mattino, che genera grossi problemi di viabilità lungo le arterie principali del quartiere. I quartieri Vomero e Arenella sono inoltre oggetto di una specifica ordinanza sindacale che disciplina lo spazzamento meccanizzato delle strade, ma al momento questo lavoro viene effettuato in assenza di una adeguata segnaletica verticale di divieto di sosta, che impedisce di fatto la rimozione delle auto. Sarebbe pertanto auspicabile e urgente disporre delle risorse necessarie per installare i segnali e rendere migliore il servizio.Nell’ambito della manutenzione del verde, oltre ai positivi riscontri offerti dalle compartecipazioni private per la gestione del verde orizzontale, restano valide anche per questo territorio grosse criticità nell’ambito delle risorse umane e delle attrezzature disponibili, e molta preoccupazione è stata manifestata per le potature degli alberi di alto fusto, un servizio non di competenza della Municipalità sul quale tuttavia è necessario tenere alta l’attenzione. Sulla rete fognaria la situazione peggiora, tenuto conto di ulteriori problemi connessi agli scarsi mezzi che impediscono, ad esempio, di far fronte alla manutenzione delle caditoie e ai cicli di deblattizzazione.Il consigliere Francesco Vernetti (De Magistris Sindaco) ha evidenziato i limiti del decentramento municipale per la gestione del verde pubblico, tenuto conto dell’impossibilità di assumere nuovo personale. Fino a che non si potrà disporre di nuove assunzioni e di un adeguamento dei mezzi di lavoro, ha suggerito di centralizzare le risorse disponibili e procedere così alla formulazione di un cronoprogramma degli interventi su tutto il territorio.Il presidente Gaudini, evidenziando l’urgenza di un confronto serrato con ASIA per risolvere rapidamente le criticità evidenziate, ha concluso l’audizione ricordando i principali obiettivi del “Piano del Verde”, un pacchetto di delibere che prevede, tra le altre cose, l’acquisto di tre nuovi cestelli per le potature degli alberi e il noleggio di un fresaceppi per procedere alla rimozione delle ceppaie e alla ripiantumazione degli alberi pubblici.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments