Gianni-Lettieri

NAPOLI – “Ieri avremmo solo dovuto commentare una buona notizia per la città: l’avvio del progetto di riqualificazione e bonifica di Bagnoli. Che si traduce in nuovi posti di lavoro, sviluppo, turismo, tutela dell’ambiente. Il buon senso vorrebbe che tutti, ad iniziare da chi ha incarichi istituzionali, avrebbero dovuto partecipare entusiasticamente a tutto questo. 

De Magistris, invece, vi si è opposto fin dall’inizio. E oggi le conseguenze del suo linguaggio violento hanno prodotto gli scontri alimentati da una minoranza residuale ma molto violenta che non rappresenta i napoletani e che produce odio e tensioni sociali. De Magistris ha provato in ogni modo ad “inzolfare” la piazza utilizzando termini come “respingiamo il Governo” e questi sono i risultati. Gli assessori di De Magistris erano in piazza con gli antagonisti. Quelli che campano con uno stipendio pubblico per lavorare per lo sviluppo della città, ed invece sono andati in piazza con i violenti. Mentre noi paghiamo le tasse più alte d’Italia e riceviamo i servizi peggiori, loro pensano a dire ancora “no” a tutto ed a fomentare tensioni. Oggi si doveva scegliere da che parte stare: con la piazza violenta che non vuole bene a Napoli o con chi lavora perché vuole fare il bene di questa città. De Magistris sta con i primi. Noi da sempre stiamo con i napoletani. In questo momento mi sento di promettere una cosa: con me a Palazzo San Giacomo questi estremisti, questi violenti saranno sempre FUORI. Non ci sarà MAI DIALOGO con questa teppaglia politicizzata che si nasconde dietro il disagio sociale per mettere a ferro e fuoco la città.” Lo dice  Gianni Lettieri, imprenditore e candidato sindaco a Napoli, in un video pubblicato sulla sua pagina facebook.

 

Taglialatela (Fdi-an): De Magistris, il Sindaco dei teppisti ed i teppisti del Sindaco

 

<<Rimango fieramente un oppositore di Renzi e del renzismo.Ma quello che è accaduto oggi a napoli dimostra puttroppo l’esistenza di un binomio: il sindaco dei teppisti ed i teppisti del sindaco.Ai napoletani ricordiamo che De Magistris  arma la violenza urbana e contemporamneamente nasconde il fallimento di bagnoli futura e la scomparsa di 50 mln di euro>>, è quanto dichiarato dal Parlamentare di fdi-an e candidato Sindaco di Napoli Marcello Taglialatela.

Tartaglione sugli scontri

 

“È singolare scoprire che esponenti della Giunta de Magistris preferiscano partecipare ai cortei di protesta invece di occuparsi di amministrare la città e che il sindaco scelga di ironizzare sul presidente del Consiglio e alimentare ancora una volta le tensioni piuttosto che dare il proprio contributo alla rinascita di Bagnoli prendendo parte alla cabina di regia”. A dirlo è il segretario regionale del Pd Campania, Assunta Tartaglione.”Mentre de Magistris e la sua squadra soffiano sul fuoco – aggiunge de Magistris – il premier è qui a Napoli per risolvere i problemi. A differenza di chi continua ad alimentare lo scontro istituzionale, pensiamo che un Paese e un territorio si governi con responsabilità, atti concreti e con il dialogo istituzionale. Così stiamo cambiando il Paese e la Campania, così vogliamo rilanciare Napoli”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments