Maria-C-300x203

NAPOLI – “Faccio mia la proposta di istituire un premio intitolato a Maikol  Giuseppe Russo e lancio un appello agli imprenditori locali”. Così  Maria Caniglia, presidente della Commissione Welfare del Comune di   Napoli, commnetando le parole dei familiari di Maikol, vittima  innocente della camorra, pubblicate dal Corriere del Mezzogiorno.

“E’  doloroso leggere la paura che hanno i suoi figli, figli anche nostri –  ha detto Caniglia. L’Amministrazione è stata vicina alla famiglia di  Maikol offrendogli un alloggio comuanle lontano dal luogo dove il  giovane è stato strappato via, ma ora faccio appello alla sensibilità  degli imprenditori napoletani affinchè possano aiutatre con l’offerta  di lavoro il padre ed il fratello”. Sul desiderio di istituire un  premio, Caniglia ha sottolineato che “porterà la proposta in Consiglio  Comunale”. “Maikol era molto sensibile tanto da prendersi cura di un  bambino rom, penso che potremmo riaccendere il suo sorriso attraverso  gli studenti delle scuole” – ha concluso esprimendo la volontà di  voler incontrare la famiglia Russo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments