GIANNINI

NAPOLI – Ricerca e Innovazione sono i temi protagonisti del confronto fra Italia e Cina in occasione della Science, Technology & Innovation Week 2016, in programma fino al 27 ottobre a Bergamo, Bologna e Napoli.Nel capoluogo campano, a Città della Scienza, in chiusura della manifestazione si è tenuto l’incontro tra il ministro per l’Istruzione

, l’Università e la Ricerca, Stefania Giannini, e il suo omologo in Cina, Wan Gang. Presenti oltre 500 delegati cinesi e 1.200 italiani, provenienti da 700 fra università, centri di ricerca, imprese innovative e startup.”L’Italia e la Cina sono legate da forti rapporti di collaborazione”, rileva il ministro Giannini. “Una partnership – aggiunge – alimentata da una reciproca attenzione verso la crescita competitiva e sostenibile e dalla conseguente volontà di investire sulla qualità del capitale umano, non solo della tecnologia”.Per il ministro la “nuova Via della Seta passa per un rinnovato dialogo su ricerca e innovazione. Il Forum che si terrà a Napoli è una tappa importante di questo percorso: in questi ultimi due anni è diventato una piattaforma stabile per lo scambio di esperienze e di competenze”.Sempre a Napoli è stato inaugurato il Centro Italia-Cina di Trasferimento Tecnologico (Cittc), da parte dei ministri Giannini e Wang. Promosso dalla Città della Scienza e dalle università di Bergamo, Federico II di Napoli e Netval, il centro avrà due sedi, a Napoli e a Bergamo, che lavoreranno come un unico polo italiano. L’obiettivo è sviluppare una piattaforma di servizi per centri di ricerca, università e aziende di entrambi i Paesi, a supporto delle attività tese a mettere le imprese in rete e a promuoverne di nuove, e a promuovere trasferimento tecnologico, progetti di partenariato, creazione e sviluppo di nuove imprese.

{youtube}Z2oeugELkpE{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments