foto_com__32

NAPOLI – In commissione Giovani, presieduta da Claudio Cecere, discusso un progetto per l’identificazione di nuove aree attrattive della città, specialmente quelle periferiche, da promuovere con finanziamenti ad hoc. Presente anche Pasquale Palladino dello staff dell’assessore al Bilancio Salvatore Palma.

Un potenziale enorme da sfruttare nelle aree periferiche della città; nuove realtà che, opportunamente valorizzate, potrebbero distribuire meglio i flussi turistici creando anche sviluppo occupazionale.Questa la proposta presentata oggi dal presidente della commissione Giovani Claudio Cecere, in riferimento anche ad aree particolarmente interessanti come la zona agricola di Chiaiano, o quella dell’Eremo dei Camaldoli, che con i 130 ettari di terreno del parco potrebbe avviare un importante progetto di ritorno alla ruralità e alla tradizione. Sulla valorizzazione delle diverse potenzialità delle periferie ha insistito anche Federico Arienzo (Partito Democratico), ricordando non solo la vocazione agricola dell’area Nord ma anche la capacità attrattiva dell’area di Barra e San Giovanni, un’area ricca di ville vesuviane dove la presenza dell’Università e del centro Apple sta riconfigurando il quartiere, aprendo prospettive nuove di rilancio per le quali è necessario avviare una proficua collaborazione con tutti i privati.Resta fondamentale, per il presidente Cecere, stanziare risorse economiche in tal senso. Un percorso, secondo il l’esponente dell’assessorato al Bilancio, percorribile attraverso bandi e progetti europei, ancora troppo poco sfruttati in città.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments