RONCHI

NAPOLI – “Il 18 giugno alle ore 15,30, nella sala convegni dell’Università Telematica Pegaso, a Napoli,   terremo un  confronto con i maggiori partiti presenti in Consiglio regionale per aprire un percorso legislativo per affrontare un tema divenuto socialmente emergenziale: il divertimento sicuro dei nostri giovani contro le ‘stragi del sabato sera’,  l’utilizzo di droghe e l’abuso di alcol. Da qui la nostra proposta “Mi diverto sicuro”.

E’ quanto ha annunciato, stamani, in conferenza stampa, il Segretario federale di “Sud Protagonista”,  Salvatore Ronghi,  insieme con Pino Palmieri, responsabile delle politiche per la sicurezza, Luigi Ferrandino, portavoce cittadino, Carmela Pisacane, responsabile politiche sociali, e Gennaro Esposito, responsabile delle politiche giovanili.

“Il nostro obiettivo è avviare il confronto per mettere in campo azioni volte al contrasto del consumo di sostanze stupefacenti e psicotrope   e del consumo eccessivo di bevande alcooliche nei locali notturni di intrattenimento da ballo e di spettacolo e nei locali notturni pubblici e finalizzate a prevenire gli incidenti mortali di cui, troppo spesso, i giovani restano vittime nelle notti del loro divertimento, ciò attraverso il coinvolgimento della Regione, dei Comuni, della Prefettura, delle associazioni e degli esercenti i locali notturni per l’adozione di un Codice Etico per il divertimento ‘sicuro’” – ha spiegato Ronghi.

“La nostra proposta è quella di istituire un ‘marchio di caratteristica’ denominato “Mi diverto Sicuro” da  attribuire annualmente ai locali notturni di intrattenimento da ballo e di spettacolo e dei locali notturni pubblici che aderiscono al “Codice Etico”, che costituisce uno strumento fondamentale per coinvolgere tutti, nelle rispettive competenze, su questo importante tema sociale” – ha aggiunto Pisacane.

“Particolarmente nella città di Napoli, il divertimento dei nostri ragazzi è molto a rischio perché la città è fuori controllo e non ci sono regole certe nemmeno per la cosiddetta ‘movida’” – ha sottolineato Ferrandino – per il quale “è indispensabile fare fronte comune con le altre forze politiche affinchè si intraprenda un percorso che fermi le tante minacce al divertimento sicuro dei nostri giovani”.

“Noi giovani vorremmo poter vivere la nostra città e la nostra regione, senza pericoli, in ogni momento, diurno e notturno, e vorremmo poterci divertire senza rischiare la vita e la salute”– ha concluso Esposito – per questo , le Istituzioni , le associazioni giovanili e i gestori dei locali devono fare sinergia per porre in essere le misure necessarie per un divertimento sicuro, per la sicurezza, contro le droghe e l’abuso di alcol, che sono dei veri e propri killer. Per questo motivo, siamo scesi in campo con questo progetto politico che siamo certi raccoglierà un ampio consenso”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments