elezioni-amministrative

QUARTO- Il 4 marzo è passato da un pezzo e l’essere al governo ha già le prime controbattute, perlomeno in Campania, dove il Movimento Cinque Stelle porta a casa soltanto due ballottaggi, Avellino, dove Nello Pizza, Pd e sei liste collegate, è nettamente in vantaggio su Vincenzo Ciampi dei pentastellati, e Orta di Atella. I democratici perdono a sorpresa Afragola, dove Domenico Tuccillo è stato sconfitto da Claudio Grillo, centrodestra unito. E se il Movimento subisce una battuta di arresto anche la Lega non sfonda in Campania, relegata a forza marginale rispetto a Forza Italia, che come affermato dal deputato Paolo Russo si definisce l’unico partito ad aver vinto.

A Quarto Rosa Capuozzo senza Cinque Stelle non riesce a bissare il suo mandato, al ballottaggio Antonio Sabino appoggiato dal centrosinistra e Davide Secone, anche questi sostenuto da liste di sinistra e appoggiato dal sindaco di Napoli, de Magistris. Antonio Sabino sostenuto da tre liste ha raccolto il 48% dei consensi e Davide Secone sostenuto da due liste, che ha raccolto poco più del 20%, si contenderanno la poltrona di sindaco il prossimo 24 giugno. Niente da fare per il sindaco uscente, Rosa Capuozzo, che si è classificata solo al terzo posto con la lista civica “# Coraggio Quarto”. Ad appoggiarla c’era anche ‘Italia in Comune’, partito nazionale fondato pochi mesi fa e supportato da diversi amministratori locali, tra i quali Federico Pizzarotti, sindaco di Parma. A Quarto si sono presentate alle elezioni solo liste civiche e non erano presenti simboli dei partiti tradizionali. A Castellammare al balottaggio Gaetano Cimmino del centrodestra e Andrea Di Martino appoggiato da liste civiche. Da segnalare purtroppo a Qualiano episodi di compravendita di voti.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=-aWeTm2UA7s

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments