marzo

NAPOLI (di Federica Colucci)- L’incendio doloso che ha devastato l’area del campo rom di Cupa Perillo a Scampia lo scorso 27 agosto ha lasciato dietro di sè una nube di polemiche: secondo quanto dichiara l’Assessore al Welfare Roberta Gaeta “è incredibile che si continui a soffiare sul fuoco dell’intolleranza”.

Volendo ricostruire l’intera vicenda, spiega l’Assessore, “dal giorno dell’incendio, il confronto con la comunità locale è stato costante e continuo; come amministrazione abbiamo adottato dal primo momento soluzioni condivise con il Presidente della VIII Municipalità Apostolous Paipais e, inoltre, accettate dai cittadini che abitano in quella zona; di fronte alla tragedia e all’emergenza, che vede coinvolto un gran numero di minori, hanno dimostrato umanità, solidarietà e senso di responsabilità: i rom abitano da trent’anni sul territorio, sono integrati con la popolazione locale e, soprattutto, sono persone come chiunque altro.” Non sono dello stesso avviso i comitati di Miano: in occasione del consiglio comunale di ieri, il Presidente della VII Maurizio Moschetti ha consegnato al Sindaco una raccolta di duemila firme contro la dislocazione dei rom nell’ex caserma Boscariello. Ma, rassicura Gaeta: “Le famiglie rom ospitate attualmente all’Auditorium di Scampia saranno trasferite nei prossimi giorni all’ex caserma Boscariello, attrezzata dalla protezione civile: è una situazione temporanea che, in accordo con il Ministero della Difesa, durerà solo per pochi mesi, esattamente come potrebbe succedere in caso di terremoto. La volontà del Sindaco e della giunta, rispetto alla ex Boscariello, è di realizzare il progetto fortemente voluto dall’amministrazione di riqualificazione del territorio di Miano.” E conclude: “A fronte di un dibattito sul tema durato dieci ore in consiglio comunale, della lunga telefonata intercorsa con il Presidente della VII Municipalità Moschetti e dell’incontro fissato nelle prossime ore con i comitati di cittadini, trovo che sia irresponsabile voler alimentare ad ogni costo il fuoco della discriminazione, della paura e dell’intolleranza, utilizzando una tragedia umana per altri scopi.” {youtube}ZY0_15IfzL4{/youtube}
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments