NAPOLI – Presieduto da Alessandro Fucito, il Consiglio ha approvato tre delibere poste dalla Giunta per la ratifica di variazioni di bilancio. Sulla votazione per appello nominale della delibera relativa all’affidamento della riscossione coattiva all’Agenzia delle Entrate, è stata riscontrata la presenza di venti consiglieri votanti, il Presidente ha quindi sciolto la seduta per mancanza del numero legale.

Approvata a maggioranza la delibera n. 448/2017, illustrata dall’assessora Clemente, relativa alla ratifica di una variazione di bilancio 2017/2019 per la riscossione dei diritti per il rilascio di carte di identità elettroniche e versamento del corrispettivo al Ministero dell’Interno, con il voto contrario di Santoro (Misto – Fratelli d’Italia) e l’astensione di Moretto (Prima Napoli) e del Movimento 5 Stelle.
La stessa assessora Clemente ha poi illustrato la delibera 456/2017 di ratifica di variazioni compensative del bilancio di previsione 2017/2019 della X Municipalità, per spese finalizzate al funzionamento degli uffici e dei servizi. La delibera è stata approvata a maggioranza con il voto contrario di Santoro e l’ astensione di Moretto e del Movimento 5 Stelle.
L’assessora Palmieri ha quindi illustrato la delibera 451/2017, di ratifica della variazione al bilancio 2017/2019 per l’applicazione di avanzo vincolato relativo ad esercizi precedenti, relativa all’esecuzione dei lavori di riqualificazione ed adeguamento degli edifici scolastici e comunali ricadenti nel territorio della Municipalità 5.
Dopo gli interventi di Santoro, Brambilla (Movimento 5 Stelle), Moretto e la replica dell’assessora Palmieri, su richiesta del consigliere Moretto si è proceduto all’appello nominale per il rinvio della delibera in commissione: con 20 voti contrari e due favorevoli la richiesta è stata respinta. La delibera è stata quindi messa in votazione ed è stata approvata a maggioranza con l’astensione di Santoro e del Movimento 5 Stelle.
La consigliera Mirra (Riformisti Democratici con de Magistris) ha proposto l’inversione dell’ordine dei lavori per trattare con precedenza la delibera n.403/2017 di proposta al Consiglio, per l’affidamento per un anno dell’attività di riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali all’Agenzia delle Entrate – Riscossione, inversione approvata a maggioranza. L’assessore Panini ha quindi illustrato la delibera, e ha sottolineato, nel rispetto dei principi di giustizia ed equità, il carattere pubblico dell’ente affidatario della riscossione di cartelle giacenti, specificando che è in corso l’iscrizione a ruolo di cartelle per un valore di 5 milioni di euro. Agli interventi critici di Brambilla (Movimento 5 Stelle) e Moretto (Prima Napoli) sui precedenti tentativi di trovare alternative ad Equitalia, l’assessore Panini ha precisato che la delibera si riferisce alla riscossione coattiva, mentre resta in piedi, soprattutto perché guarda alla fase dell’accertamento, il progetto della società comunale di Napoli Riscossione. Posta in votazione con appello nominale (su richiesta di Moretto) la delibera ha riportato 20 voti a favore. Non essendo presente il numero legale della seduta, la stessa è stata sciolta dal presidente Fucito.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments