nandoulianopompei

POMPEI- Pompei è senza sindaco e senza amministrazione: nella notte, dieci consiglieri comunali hanno firmato le loro dimissioni, sfiduciando il sindaco Ferdinando Uliano, davanti a un notaio. Il prefetto è stato già informato e nelle prossime ore nominerà il commissario prefettizio per l’ordinaria amministrazione del Comune.

Il Comune di Pompei tornerà al varo in maggio del prossimo anno. La sfiducia a Uliano è un fulmine a ciel sereno, anche se, dai primi mesi della sua amministrazione è stato difficile tenere insieme una giunta stabile. Dieci consiglieri comunali, su 16 che siedono a Palazzo, 2 della maggioranza e 8 dell’opposizione sono gli autori di questo gesto inaspettato. Dietro alla sfiducia, ci sarebbero i malcontenti sui continui valzer della giunta, con numerosi cambi di assessori. I consiglieri dimissionari sono Maria Padulosi, Franco Gallo, Bartolo Martire, Carmine Cirillo, Salvatore Perillo, Lello De Gennaro, Marika Sabini, Angelo Calabrese, Stefano De Martino e Luigi Ametrano.”La fine anticipata di un’esperienza amministrativa è sempre una notizia triste perché si interrompe la continuità del lavoro avviato e si creano condizioni di instabilità che ricadono sulle spalle dei cittadini. In un Comune strategico per la Campania come Pompei, innanzitutto per le potenzialità culturali e turistiche dell’area e per gli investimenti avviati dal governo nazionale, pesano quei limiti e quelle responsabilità nella gestione che hanno contribuito allo sfaldamento della maggioranza in Consiglio comunale.In virtù di questo, prendiamo atto delle dimissioni dei 10 consiglieri e della sfiducia nei confronti del sindaco, ma allo stesso tempo riteniamo fondamentale in questa fase dare continuità al Grande progetto Pompei e agli interventi previsti per il rilancio delle aree esterne agli scavi. Per i cittadini campani, per il Sud e per l’Italia sarebbe intollerabile perdere questa grande occasione”. Così il segretario regionale del Pd Campania, Assunta Tartaglione.(ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments