Sindaco-ed-assessori-di-Torre-del-Greco-con-Salvini-600x435

TORRE DEL GRECO- Sabato 11 Marzo 2017, il sindaco e parte della giunta comunale della città di Torre del Greco hanno partecipato alla manifestazione indetta da Salvini a Napoli e si sono poi fatti immortalare al fianco del leader della Lega Nord, durante il party che ne è seguito. Nel pomeriggio, il Sindaco aveva già invitato Matteo Salvini a tenere un comizio nella città corallina, dichiarando che al contrario di Napoli l’avrebbe accolto a braccia aperte. La foto della serata, pubblicata su un quotidiano nazionale, ha scatenato ira e ilarità sui social contro la città tutta.

La community di Aucelluzzo.it chiede, con una petizione on-line, ai nostri amministratori di prendere posizione e dichiarare che il loro era un gesto personale e non rappresenta in alcun modo il pensiero della città di Torre del Greco. Solo tre settimane fa, Matteo Salvini pronunciava le seguenti parole: «Ci vuole una pulizia di massa; via per via, quartiere per quartiere e con le maniere forti se serve». Si riferiva ai migranti, e chiunque abbia una minima nozione di storia, magari per aver ascoltato i ricordi di un nonno, sa che quello è un discorso nazifascista. Ebbene, nessun esponente delle istituzioni comunitarie e repubblicane ha risposto, nessuno ha arginato quella vergogna, nessuno ha sentito l’esigenza di fermare la deriva di un personaggio che sa solo seminare odio e razzismo. Napoli, città “Medaglia d’oro al valor militare” per aver cacciato i nazifascisti durante le Quattro Giornate nel settembre 1943, ieri ha dato una dimostrazione a tutta l’Europa (Salvini è eurodeputato). Le violenze che hanno ferito Fuorigrotta sono indegne e vergognose, e condannate senza alcun appello, ma non possono e non devono coprire la grande manifestazione pacifica e allegra che ha attraversato la città.Denunciare il razzismo di Matteo Salvini, opporsi al suo odio e prendere le distanze dal suo veleno è un dovere.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments