NAPOLI – Nella seduta di Question Time del 21 maggio il Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ha presentato un’interrogazione a risposta immediata sullo stato dei lavori dello stadio Collana del quartiere Vomero di Napoli la cui fine era stata fissata per il 15 gennaio 2021

Il Consigliere Borrelli ha interrogato il Presidente della Giunta regionale per conoscere:

– lo stato dei lavori previsti dalla Convenzione già effettuati e/o appaltati e se si intenda procedere alla elaborazione di un nuovo, ulteriore, ma realistico cronoprogramma delle opere a farsi, stante il deperimento delle strutture murarie dell’impianto derivanti dalla prolungata inerzia, garantendo il prosieguo, senza soluzione di continuità, delle attività sportive e delle altre attività svolte gratuitamente dalle scuole del territorio, dai disabili, dalle famiglie disagiate;

– se, l’avvio di un annunciato contenzioso da parte del concessionario dichiarato decaduto, stante l’esito del precedente che ha visto soccombere la Regione, rischia di compromettere l’utilizzo e la fruizione della struttura sportiva alla collettività, già duramente provata dalle restrizioni dovute alla pandemia, e che vede nel Collana un importante luogo di svolgimento di attività sportive, di socializzazione e di prevenzione delle devianze, soprattutto minorile.

Ha risposto l’Assessore alle Attività produttive Antonio Marchiello per conto della giunta: “ In merito ai quesiti posti il Commissario ad Acta nominato alla sua gestione ha relazione come di seguito.

‘Sullo stato di attuazione degli Interventi, compresi nell’Allegato l delia Deliberazione n.584 del 19.11.2019, viene demandato all’Ufficio Speciale “Grandi Opere” della Regione Campania il completamento di tutti gli interventi già posti a carico di ARU 2019.

Per i progetti già consegnati da Aru dopo la chiusura delle universiadi all’ufficio “Grandi Opere” della Regione Campania sono state avviate le attività di verifica delia progettazione, cosi come previsto dalie normative vigenti. In particolare, per la Piscina su via Rossini, risulta conclusa tale attività e si sta procedendo agli adempimenti successivi consistenti nella validazione ed approvazione dee relativo progetto per poi procedere alla procedura di gara.

All’atto dell’entrata in possesso del Complesso sportivo da parte dell’Agenzia regionale Universiadi e

dello Sport (ARUS, subentrata ad ARU)) ed anche in previsione del ritorno in capo alla stessa degli interventi di riqualificazione riconosce l’opportunità di procedere alla elaborazione di un nuovo cronoprograrnma delle opere a farsi e di riprogrammare le attività per le parti già in uso della statura.

Con il provvedimento di decadenza della GIANO SSD dalla concessione e la contestuale risoluzione della convenzione il Commissario ad Acta ha evidenziato anche la necessità di assicurare la prosecuzione delle attività attualmente svolte nei locali del complesso sportivo.

La Legge Regionale n.38 de! 29.12.2020, ha poi trasformato l’Agenzia Regionale Universiadi 2019 (ARU) in Ente strumentale delia Regione Campania modificandone la denominazione in Agenzia Regionale Universiadi per lo Sport (ARUS).

È in fase di sottoscrizione la stipula della convenzione tra la Regione Campania e ARUS, ai sensi dell’articolo 15 della Legge n. 241/1990, finalizzata al proseguimento delle attività in corso garantendo l’utilizzo e la fruizione della struttura sportiva alla collettività.

La convenzione avrà ad oggetto la gestione, l’utilizzo, la custodia, la conservazione ed il miglioramento delle strutture e dell’impianto sportivo per finalità sportive e di. aggregazione sociale. L’uso dell’impianto sportivo dovrà assicurare la massima fruibilità da. parte dei cittadini, del CONI, delle Federazioni sportive, delle associazioni e società, sportive, degli enti di promozione sportiva e delle scuole, per la pratica di attività sportive, ricreative e sociali, e dovrà, essere garantito sulla base di criteri obiettivi, a tutte le società ed associazioni sportive che praticano le attività a cui rimpianto è destinato.

La finalità prioritaria della Convenzione sarà quella della promozione dell’attività sportiva rivolta a tutta la comunità, ed in modo particolare e alle fasce giovanili, agli anziani, ai portatori di handicap e alle famiglie disagiate. La gestione dell’impianto dovrà in ogni caso assicurare il rispetto dei seguenti principi nell’utilizzo:

la ricerca della ottimale conduzione delle strutture e degli impianti sportivi e della ottimale organizzazione delle attività, a tutela preminente dei fornitori dei servizi; garantire l’uso più aperto, completo ed equo, delle strutture e impianti sportivi, coniugando il massimo della funzionalità con il massimo della fruibilità, in relazione alle diverse tipologie di utenza e alle diverse caratteristiche delle attività; mirare non soltanto a soddisfare ed assecondare, ma anche a sviluppare la domanda di sport a livello locale tramite specifici progetti.”‘

La replica di Borrelli: “Sono molto preoccupato per cittadini che potrebbero non beneficiare mai pienamente del Collana se si va allo scontro con la Giano con quale la Regione ha già perduto due cause in precedenza. A questo punto occorre che ci si accolli totalmente la responsabilità politica e amministrativa delle vicende del Collana.”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments