NAPOLI – Cittadini e militanti di #CPI hanno manifestato insieme oggi per protestare contro l’aumento dell’energia e i rincari in bolletta che stanno colpendo aziende e famiglie.
“Questo governo non è in grado e non vuole trovare soluzioni definitive per l’indipendenza energetica del nostro paese – si legge in una nota del movimento – tra bonus per monopattini elettrici e inconcludenti programmi per le energie rinnovabili, l’Italia paga decenni di miopia dal punto di vista energetico e a farne le spese sono aziende e famiglie che si ritrovano rincari ingestibili in bolletta. La #guerra in #Ucraina sta mettendo in luce più che mai che raggiungere un’indipendenza energetica è quanto mai necessario. Il nucleare è l’unica soluzione sul lungo termine che possa permettere alla Nazione di rimanere salda anche di fronte ai tentennamenti della politica internazionale: non è accettabile dover dipendere da altri Stati che possono arbitrariamente decidere di aprire e chiudere i rubinetti, lasciandoci in loro balia. Sul breve e medio periodo, invece, è necessaria un’azione decisa: per ora da #Draghi abbiamo ascoltato solo parole e promesse. Il #governo oltre a vaghe promesse di incentivi per calmierare i prezzi per aziende e famiglie ha in programma strategie a lungo termine o vuole restare a guardare mentre crolla tutto il tessuto sociale e produttivo? Se Draghi non è in grado di gestire la situazione, se ne vada ora: la pazienza ha raggiunto il limite”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments