NAPOLI – “L’assessore alla Cultura del Comune di Napoli Eleonora De Maio non conosce cosa è il senso dello Stato. L’Assessore, che è una Istituzione pubblica, non può giocare alla rivoluzionaria “de noiartri” e partecipare a manifestazioni in sostegno dei violenti arrestati per aver tentato di picchiare dei vigili e dei poliziotti. Chi è nelle Istituzione è sempre accanto alla legalità, alle forze dell’ordine e contro i facinorosi. Facinorosi già tra l’altro conosciuti per la loro violenza. Inoltre le sue dichiarazioni sono deliranti e non si può fare finta di nulla. È comodo fare la Che Guevara seduta sulla poltrona, comoda, di assessore e pertanto decida dove stare. E se sceglie la rivoluzione si alzi da quella sedia. E se non si dimette o non la dimette il sindaco le opposizioni presentino una mozione di sfiducia anche per mostrare la vicinanza alle forze dell’ordine”. Così Enzo Rivellini di Fratelli d’Italia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments