NAPOLI – “Ieri a Villa Literno c’è stata la commemorazione di #JerryMasslo, a trentun anni dalla sua scomparsa.

Come ogni anno ero presente, al fianco della Comunità di Sant’Egidio – Napoli, perché questo è un momento importante, come lo sono tutte le occasioni in cui dobbiamo ricordare per impedire che si ripetano gli stessi errori”.

È il commento di Roberta Gaeta candidata alle prossime elezioni regionali per Demos Democrazia solidale.

‘Ricordare dunque tutti i migranti, i braccianti, e i tanti lavoratori stranieri trattati, ancora oggi, come moderni schiavi.

Molto spesso sprovvisti perfino di identità e, proprio per questo, vittime del caporalato più truce, costretti a lavorare nei campi per pochi euro al giorno.

Credetemi, chi non è mai stato al cimitero di Villa Literno non può sapere l’emozione che si prova nel vedere tante tombe senza nome, che molto spesso sono l’ultimo giaciglio di ragazzi trovati morti lungo le strade e dei quali non si conosce nulla, figurarsi la causa del decesso.

C’è ancora tanto da fare per evitare che certe realtà di violenza e sopraffazione siano cancellate dalla nostra Terra.

E non possiamo arrenderci, proprio in memoria di chi ci ha già lasciato ancora giovanissimo, come Jerry’.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments