NAPOLI – Un assenza inspiegabile, grave, irrispettosa nei confronti del Consiglio Comunale ma soprattutto della città.

Il sindaco Luigi de Magistris ha disertato la seduta odierna del consiglio Comunale di Napoli sospesa e poi rinviata a data da destinarsi.

Fin dalle prime battute dell’assise, l’opposizione aveva fatto notare che oltre l’assenza del vicesindaco, ascoltato in Procura per lo scontro dei treni metropolitani a Piscinola c’era quella del primo cittadino che per troppe volete aveva lasciato vuoto il suo scanno e l’assenza odierna su una monotematica da lui approvata sui rifiuti faceva troppo rumore per non essere notata.

In aula scoppia la bagarre, Aniello Esposito e Vincenzo Moretto chiedono la sospensione della seduta. Si passa alla votazione il sindaco si salva per il rotto della cuffia 15 voti a 18 con 3 astenuti.

A metà mattinata arriva Enrico Panini che annuncia l’assenza del sindaco per sopraggiunti impegni istituzionali. A quel punto seduta sospesa e tutti a casa e intanto Napoli affoga nella spazzatura.

Il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia a Napoli, Andrea Santoro, ha così commentato lo scioglimento del Consiglio comunale convocato sull’emergenza rifiuti: “Luigi De Magistris ancora una volta mostra il lato peggiore di sè, disertando con la solita arroganza il Consiglio comunale richiesto dalle opposizioni per discutere dell’emergenza rifiuti. Un gesto sconsiderato, che dimostra ancora una volta il fallimento di una Amministrazione comunale che al termine del suo mandato lascerà una città peggiore di come l’aveva ereditata. I cumuli di rifiuti che invadono le periferie sono soltanto la punta dell’iceberg: in questi anni De Magistris ha nascosto la polvere sotto il tappeto, spedendo i rifiuti in giro per il mondo. La città continua a restare priva di infrastrutture, senza neanche un sito di compostaggio. Basta un niente per fare saltare questo precario equilibrio. Ed all’estero gli spazi si vanno esaurendo, con conseguente aumento dei costi di conferimento lì dove ancora possibile”.
“Napoli merita un Sindaco diverso -ha concluso Santoro- che ci metta la faccia, che non si nasconda e che non si tiri indietro al confronto ed alle critiche”.

“In un momento così importante, nel quale la città è nuovamente sommersa dai rifiuti, il Sindaco di Napoli diserta il Consiglio convocato sul tema e non viene in aula, dimostrando non solo poco senso istituzionale ma soprattutto un grado di scorrettezza e di mancanza di educazione senza limiti.
Il peggior Sindaco in assoluto, scostumato e senza senso delle Istituzioni che pensa solo ad assicurarsi il proprio avvenire politico, distruggendo il futuro della nostra città”.
È quanto dichiarato in una nota da Marco Nonno, consigliere comunale di Napoli di Fratelli d’Italia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments