SAN NICOLA LA STRADA – Il centrodestra ha schierato tutti i suoi uomini migliori per spingere il candidato sindaco di San Nicola la Strada Francesco Basile al ballottaggio. E’ stata, infatti, partecipatissima la manifestazione organizzata da Forza Italia, Udc, Fratelli d’Italia e Lega per presentare programma e candidato della coalizione. «Daremo trasparenza alla macchina comunale, viale Carlo III con l’amministrazione Basile tornerà ad essere la strada di accesso alla Reggia e non un ricettacolo di prostitute», ha detto in maniera chiara il dirigente nazionale di Fratelli d’Italia Andrea Delmastro. «Con la nostra squadra di governo non si ripeteranno più episodi scoperti dall’azione ispettiva di Fratelli d’Italia che ha comunicato alla città come fosse stata nascosta l’ordinanza che metteva in isolamento dei senegalesi», gli fa eco il coordinatore provinciale del partito di Giorgia Meloni Marco Cerreto. L’eurodeputato della Lega Valentino Grant, invece, si è soffermato sulle promesse elettorali e gli impegni che l’amministrazione di centrosinistra sta prendendo con la città. «San Nicola conosce queste persone – ha spiegato – oggi per loro non ha nessun senso parlare di raccolta differenziata o di altri argomenti perché hanno già fallito e i loro non risultati sono sotto gli occhi di tutti». Dal coordinatore provinciale salviniano Salvatore Mastroianni, invece, è arrivata la stoccata ai trasformisti. «Quelli che oggi parlano contro il centrodestra, sono gli stessi che, qualche mese fa si sono visti sbattere la porta in faccia dalla Lega – ha detto Mastroianni – come partito abbiamo assunto, ancora una volta, un comportamento responsabile facendo un passo indietro e riponendo le ambizioni personali in un cassetto per il bene della coalizione». Dal senatore dell’Udc Ciro Falanga, invece, è arrivato un auspicio per Basile: «per noi la sua posizione non è stata mai in discussione, siamo certi che andrà al ballottaggio e riporterà il centrodestra alla vittoria. Un voto al centrodestra a San Nicola è un voto contro il governo centrale. E’ anche dalle realtà periferiche che si costruisce la nuova guida del paese». Dal presidente della Provincia e coordinatore provinciale di Forza Italia Giorgio Magliocca, invece è arrivato l’auspicio: «che la nuova amministrazione possa costruire un asse forte con la Provincia nell’interesse della comunità sannicolese». Al deputato Carlo Sarro, poi, è toccato il compito di introdurre la figura di Basile. Il parlamentare ha sottolineato come abbia: «sempre creduto in lui ritenendolo l’uomo giusto per rilanciare San Nicola» e che «da San Nicola riparte la nuova stagione del centrodestra unito». A chiudere i lavori, e non poteva essere altrimenti, è stato proprio il medico che ha esordito salutando l’ex sindaco Angelo Antonio Pascariello, il consigliere Enzo Russo Spena e l’ex consigliere Enzo Battaglia presenti tra il pubblico. «La loro presenza è la risposta più autentica – ha detto – alle tante fesserie che si dicono in giro». Basile ha parlato dell’importanza dell’unità della coalizione unita e di Forza Italia. «A San Nicola la Strada esiste una sola Forza Italia – ha spiegato – ed è quella che sostiene la mia candidatura». Il candidato sindaco, poi, va sul versante amministrativo. «Sarebbe troppo semplice attaccare Marotta su quello che non ha fatto – ha spiegato – noi abbiamo un’idea di città che intendiamo portare avanti attraverso un programma concreto, realizzabile che parte dalla trasparenza amministrativa e vuole restituire serenità e vivibilità alla nostra San Nicola la Strada». Basile immagina una città inclusiva per le persone con disabilità per le quali vuole l’abbattimento delle barriere architettoniche, al passo con le nuove tecnologie che sono le uniche che garantiscono la trasparenza massima e sicura. «La Rotonda deve tornare ad essere il luogo dei Sannicolesi – ha spiegato – nessuno deve aver paura di poter passeggiare in questo spazio. C’è bisogno di sollecitare le forze dell’ordine, ma anche di organizzare iniziative ed eventi per renderla viva, cosa che chi ci governa ha fatto solo in maniera superficiale. Noi siamo una forza responsabile tanto è vero che, anche dall’opposizione abbiamo presentato un progetto che ha consentito al comune di avere sessantaquattro mila euro che speriamo vengano spesi… Non ci aspettavamo il plauso, ma almeno l’onestà intellettuale di riconoscere il nostro lavoro».

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments