NAPOLI – Di fronte una telecamera, il consigliere comunale di Napoli Andrea Santoro, portavoce cittadino di Fratelli d’Italia, ha stracciato i biglietti omaggio che ha ricevuto per la partita Napoli-Sampdoria di domani sera.

“Con grande dolore, perchè sono un tifoso appassionato del Napoli, straccio i biglietti omaggio che mi avrebbero permesso di assistere alla prima sfida casalinga nel rinnovato San Paolo.

Ma il senso di responsabilità e la coerenza con quanto da me denunciato il 16 luglio scorso, quando in Consiglio comunale contestai la scellerata convenzione che De Magistris, Auricchio e Borriello avevano proposto al Consiglio -ricordo che non partecipai al voto definendola illegittima-, mi impediscono di sedere in tribuna autorità, perchè la convenzione non è stata firmata -come io stesso avevo presagito- e perchè resta ancora aperta la partita debitoria del Calcio Napoli con il Comune.

Preciso che ad ogni futura partita continuerò a ritirare i biglietti e puntualmente li straccerò fino a che non verrà ripristinata la trasparenza e la piena legittimità del rapporto tra Comune e società azzurra. Perchè li straccio invece di rifiutarli? Perchè con tutto il bene che posso volere per De Magistris, Auricchio e Borriello, se rinunciassi ai biglietti darei loro la possibilità di occupare i miei due posti invitando qualche altro amico loro al mio posto… no, non mi va proprio di concedere loro questo regalo.

A che serve la mia protesta? Forse a nulla? Magari se la facessimo tutti e 40 consiglieri comunali, lasceremo 80 posti vuoti in Tribuna Autorità ad ogni partita e mostreremo plasticamente che esiste un problema. E soprattutto che non si svende la propria dignità ed il proprio ruolo istituzionale per due biglietti allo Stadio. Almeno io no”.

Il consigliere comunale di Napoli Andrea Santoro straccia i biglietti omaggio per lo Stadio San Paolo.

Di fronte una telecamera, il consigliere comunale di Napoli Andrea Santoro, portavoce cittadino di Fratelli d'Italia, ha stracciato i biglietti omaggio che ha ricevuto per la partita Napoli-Sampdoria di domani sera."Con grande dolore, perchè sono un tifoso appassionato del Napoli, straccio i biglietti omaggio che mi avrebbero permesso di assistere alla prima sfida casalinga nel rinnovato San Paolo. Ma il senso di responsabilità e la coerenza con quanto da me denunciato il 16 luglio scorso, quando in Consiglio comunale contestai la scellerata convenzione che De Magistris, Auricchio e Borriello avevano proposto al Consiglio -ricordo che non partecipai al voto definendola illegittima-, mi impediscono di sedere in tribuna autorità, perchè la convenzione non è stata firmata -come io stesso avevo presagito- e perchè resta ancora aperta la partita debitoria del Calcio Napoli con il Comune. Preciso che ad ogni futura partita continuerò a ritirare i biglietti e puntualmente li straccerò fino a che non verrà ripristinata la trasparenza e la piena legittimità del rapporto tra Comune e società azzurra. Perchè li straccio invece di rifiutarli? Perchè con tutto il bene che posso volere per De Magistris, Auricchio e Borriello, se rinunciassi ai biglietti darei loro la possibilità di occupare i miei due posti invitando qualche altro amico loro al mio posto… no, non mi va proprio di concedere loro questo regalo. A che serve la mia protesta? Forse a nulla? Magari se la facessimo tutti e 40 consiglieri comunali, lasceremo 80 posti vuoti in Tribuna Autorità ad ogni partita e mostreremo plasticamente che esiste un problema. E soprattutto che non si svende la propria dignità ed il proprio ruolo istituzionale per due biglietti allo Stadio. Almeno io no".

Pubblicato da Andrea Santoro su Venerdì 13 settembre 2019

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments