NAPOLI – Siglato oggi, presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, un protocollo d’intesa tra la Guardia di Finanza e il Comune di Napoli con l’obiettivo condiviso di implementare la reciproca collaborazione a tutela del corretto impiego delle risorse del PNRR.

L’intesa – siglata dal Sindaco Gaetano Manfredi e dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Generale di Brigata Paolo Borrelli – pone le basi operative per rafforzare ulteriormente la salvaguardia degli interessi finanziari dell’Unione, nazionali e locali, nonché per prevenire potenziali frodi o altri illeciti impieghi delle cospicue risorse indirizzate al Comune.

Un intervento di portata epocale come il P.N.R.R. richiede, infatti, la più stretta sinergia tra le Amministrazioni, non solo centrali, ma anche territoriali e locali, chiamate ad assicurare – sulla base delle rispettive competenze istituzionali – un quadro di efficaci controlli volti a intercettare casi di frode, corruzione, conflitti di interesse e duplicazione di finanziamenti, a protezione del disegno complessivo di transizione per la crescita del Paese e un’economia sostenibile, innovativa e inclusiva.

“Questa collaborazione con la Guardia di Finanza è estremamente importante – ha sottolineato il Sindaco Manfredi- per fare in modo che non ci siano infiltrazioni e che tutte le procedure di gara siano portate avanti nella massima trasparenza e nella massima legalità. Non abbiamo segnalazioni che al momento ci fanno preoccupare, ma quando ci sono risorse così ingenti la prevenzione è fondamentale. Nei prossimi mesi avremo gare per le scuole, per le aree verdi ed una serie di immobili di grande pregio che vanno dall’Albergo dei Poveri, al Castel dell’Ovo, all’ex mercato ittico. Sono in programma molti interventi, anche alle Vele e nell’area di San Giovanni, che mi auguro riusciranno a trasformare il volto della nostra città”.

“Lo scopo del protocollo d’intesa” – ha dichiarato Paolo Borrelli, Comandante Provinciale di Napoli – “è quello di garantire un flusso informativo tra il Comune e la Guardia di Finanza che permetta al Corpo di disporre di dati, informazioni e alert di rischio utili ai fini dei controlli. La nostra attività non rallenterà in alcun modo il tempestivo dispiegamento delle misure di spesa, ma sarà volta, d’intesa con il Comune, a rafforzare i presidi di legalità, nell’ottica di contribuire ad assicurare la corretta destinazione e impiego delle risorse, affinché esse consentano di realizzare pienamente i progetti per i quali sono assentite”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments